“Puliamo il Mondo”, gli studenti dell’istituto comprensivo si prendono cura del sentiero del Romitorio

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – Il Comune di Castiglione della Pescaia ha aderito anche quest’anno alla campagna di volontariato ambientale “Puliamo il Mondo”, promossa da Legambiente e giunta ormai alla 28esima edizione. L’iniziativa, nella cittadina costiera, si terrà domani venerdì 25 settembre e avrà come protagonisti i ragazzi dell’istituto comprensivo Orsino Orsini, accompagnati dagli esperti dell’associazione del cigno verde, ma potranno prendere parte alla mattinata anche i cittadini.

Saranno gli alunni della scuola primaria di Buriano che dalle 9 a mezzogiorno ripuliranno, con guanti, mascherine e materiale fornito da Legambiente, il sentiero che dalla frazione castiglionese porta al Romitorio.

«Questo appuntamento – spiega la vicesindaca Elena Nappi, che segue le politiche ambientali – ormai diventato un momento di riflessione importante rivolto alle problematiche ambientali e si trasforma sempre in una giornata molto positiva. I ragazzi raccoglieranno rifiuti, differenziandoli, e ancora una volta il messaggio da veicolare durante queste giornate è quello di prendersi cura del proprio territorio e della natura che ci ospita per un futuro più pulito».

«Il Covid-19 non ha fermato il volontariato ambientale – sostiene Angelo Gentili della segreteria nazionale di Legambiente – e la tappa castiglionese di Puliamo il mondo ne è la dimostrazione. Se è vero com’è vero che la pandemia che ci ha colpiti rappresenta un’emergenza da combattere in prima linea, è altrettanto vero che parimerito in termini di urgenza c’è il cambiamento climatico nei confronti del quale dobbiamo farci trovare pronti, lavorando per diminuirne gli impatti negativi. Campagne di sensibilizzazione come Puliamo il mondo sono per tutti noi un momento molto importante, consentendo a studenti e cittadini di stare attivamente dalla parte dell’ambiente, toccando con mano quanto l’azione dell’uomo possa essere dannosa per i nostri ecosistemi».

«In questa nostra battaglia quotidiana di sensibilizzazione – continua Gentili – il Comune di Castiglione è sempre stato al nostro fianco, dimostrando che mettere in atto politiche ambientali è davvero possibile. Il nostro grazie, quindi, va ancora una volta all’amministrazione comunale, alla vicesindaca e assessora all’ambiente Elena Nappi per aver aderito anche quest’anno, nonostante le numerose difficoltà, ad una delle storiche campagne della nostra associazione, consentendoci di tenere accesi i riflettori sulla questione ambientale e di continuare a costruire una coscienza collettiva davvero green, e alla scuola primaria di Buriano per aver preso parte alle attività».

«L’edizione numero 28 di Puliamo il Mondo – conclude Elena Nappi – sarà il primo appuntamento di volontariato ambientale in programma in Italia dopo il lockdown e assieme a Legambiente, ai suoi volontari, con i bambini sempre protagonisti principali, lanceremo un messaggio di speranza e di futuro sostenibile nell’intero Paese in forte difficoltà. La pandemia, ormai ne siamo tutti consapevoli, ha cambiato le nostre abitudini, il modo di vivere e di rapportarci con le persone. Adesso, però, bisogna impegnarci in prima persona per la comunità e l’ambiente».

Puliamo il Mondo è l’edizione italiana di Clean up the World, il più grande appuntamento di volontariato ambientale del mondo.  Con questa iniziativa vengono liberate dai rifiuti e dall’incuria i parchi, i giardini, le strade, le piazze, i fiumi e le spiagge di molte città del mondo. Portata in Italia nel 1993 da Legambiente, che ne ha assunto il ruolo di comitato organizzatore, è presente su tutto il territorio nazionale grazie all’instancabile lavoro di oltre 1.000 gruppi di “volontari dell’ambiente” che organizzano l’iniziativa a livello locale in collaborazione con associazioni, aziende, comitati e amministrazioni cittadine.

Commenti