Calossi: «Rappresenterò la sinistra in Maremma da consigliere comunale»

FOLLONICA – Enrico Calossi, consigliere comunale di “Follonica a Sinistra per Andrea Benini, analizza i risultati del ballottaggio follonichese. ”Sono passati due giorni e adesso possiamo controllare i dati elettorali con calma – scrive – Ovviamente è grandissima la soddisfazione per la conferma di Andrea Benini a sindaco di Follonica”.

“Già oggi Benini ha inaugurato la giunta – aggiunge – che, a parte qualche leggerissima modifica nelle deleghe assegnate, è la stessa che avevamo lasciato nel dicembre 2019. Adesso, l’amministrazione Benini, che è frutta di una alleanza tra Pd, Civici, liberali e noi di sinistra, avrà tre anni e mezzo per realizzare il suo programma. Un arco di tempo sicuramente insolito che ci dovrà vedere in prima fila per attuare i tanti progetti in campo, dal rifacimento della Gora delle Ferriere al nuovo Viale Italia a Pratoranieri, dall’inizio dei lavori per la scuola media unica al parco centrale alla cittadella del carnevale, dalla consueta manutenzione ordinaria delle strade alla nuova gestione del verde”.

“Inoltre, rimangono due temi per i quali dobbiamo ancora trovare una soluzione: il rinnovamento del sistema di depurazione e il futuro della ex Colonia Marina – prosegue Calossi-  Un programma ambiziosissimo che proveremo a realizzare. Per quanto mi riguarda, però, da consigliere comunale, sento fortissimo il compito di trovare forme di coordinamento con gli altri consiglieri di sinistra nella provincia, a partire dai vicini Patrizia Scapin di Gavorrano a Marcello Stella e Roberto Maestrini di Scarlino”.

“Purtroppo, la lista che sostenevo alle elezioni regionali, Toscana a Sinistra con Tommaso Fattori candidato presidente, non è riuscita a confermarsi in consiglio regionale – afferma – Il risultato è andato particolarmente male in provincia di Grosseto, con le eccezioni dei luoghi che siamo riusciti a visitare insieme ai nostri quattro candidati, Gianluca Quaglierini, Paola Della Santina, Flavio Barile e Azzurra Guerrini. Personalmente, sono soddisfatto del risultato di Follonica (3,3%), dove Toscana a Sinistra ha superato la media regionale, oltre a quasi raddoppiare la percentuale ottenuta in provincia (1,8) e a triplicare la percentuale ottenuta nel capoluogo a Grosseto (1,1%)”.

“Ciò però ci e mi carica di responsabilità – conclude Calossi – Sento infatti profondamente che avremo gli occhi addosso non solo dei follonichesi ma anche di tutti i maremmani, che vorranno vedere e giudicare se saremo in grado, come sinistra, di governare una città importante come Follonica. Inoltre, devo anche provare ad essere riferimento per i tanti maremmani che hanno votato liste come Sinistra Civica Ecologista e i due Partiti Comunisti, le quali, nonostante complessivamente abbiano ottenuto quasi il 7% dei voti, non hanno nessuna rappresentanza istituzionale. Per questo mi impegnerò con tutte le mie forze per essere un esempio per tutti i maremmani, per aiutare il lavoro del nostro assessore Francesco Ciompi e per consentire ad Andrea Benini e alla sua giunta di svolgere al meglio il suo mandato”.

Commenti