Gli infermieri maremmani chiamati alle urne per eleggere i propri rappresentanti

Più informazioni su

GROSSETO – Sabato 26 e domenica 27 settembre gli infermieri della provincia di Grosseto sono chiamati a votare per rinnovare le cariche dell’Opi, ordine delle professioni infermieristiche. “Un appuntamento importante – ricorda il presidente uscente di Opi Grosseto, Nicola Draoli – perché permetterà di scegliere gli organismi che rappresenteranno i 1700 circa infermieri del nostro territorio per i prossimi 4 anni”.

Gli iscritti possono presentarsi nella sede di Opi Grosseto, in via Repubblica Dominicana 80, con un documento di riconoscimento valido, sabato 26 settembre o domenica 27 settembre, dalle 9 alle 16.

Si vota su tre schede: una per scegliere il consiglio direttivo, una per la commissione di albo Infermieri ed una per il collegio dei revisori dei conti.

Cosa si elegge – Il consiglio direttivo ha il compito di votare il presidente e distribuire le cariche al suo interno, vigilare sul decoro e l’indipendenza dell’Ordine, nominare i rappresentanti come membri di commissioni, nominare le commissioni di studio e ricerca, partecipare con contributi alle udienze conoscitive per redigere direttive e leggi emanate dagli enti locali e più in generale guidare l’indirizzo politico generale. La commissione albo, invece, ha il compito di redigere, aggiornare e pubblicare gli albi degli infermieri e degli infermieri pediatrici, partecipare ai percorsi scientifici e nominare membri a gruppi di lavoro oltre che prendere in carico i procedimenti disciplinari mentre al collegio dei revisori spettano funzioni di controllo e garanzia del corretto funzionamento dell’Ordine dal punto di vista economico e amministrativo.

Come si vota. Per ogni scheda è possibile scrivere il nome della lista, per votare così tutti i candidati che si presentano per quello specifico organo e si può decidere di scrivere nomi di liste diverse per i diversi organi. Ma si può anche scrivere in alternativa al nome di lista i nomi dei singoli candidati anche appartenenti a due liste diverse. Non sarà possibile, invece, esprimere il nome di un infermiere che non si è presentato in nessuna delle due liste. Se si decide di esprimere i singoli nomi si deve fare attenzione a non esprimere più preferenze di quelle previste all’interno degli organi che si stanno eleggendo e quindi per il consiglio direttivo si possono indicare da uno a quindici nomi, per la commissione albo da uno a sette e per il collegio dei revisori dei conti da una a tre preferenze. Per aiutare gli elettori le schede prevedono il numero massimo di righe che possono essere riempite.

Il voto è nullo se nella scheda si indica il nome di una lista e il nome di un componente della lista avversaria; inoltre saranno ritenute nulle le schede che presentano segni di riconoscimento.

I candidati delle due liste “Voglio ordine”, che ha come referente di lista Nicola Draoli e la “Insieme contro il Covid uniti per la professione”, che ha come referente di lista Serena Mariottini, i loro programmi elettorali, e le regole di voto sono consultabili anche sul sito www.opigrosseto.it sezione speciale elezioni.

Più informazioni su

Commenti