Abbandono dei rifiuti: in due mesi accertate 65 violazioni grazie alle videocamere “e-killer”

GAVORRANO – “Continua l’impegno dell’amministrazione comunale di Gavorrano per il contrasto degli abbandoni dei rifiuti”.

A darne notizia l’assessore all’Ambiente Francesca Bargiacchi e l’assessore alla Polizia Municipale Daniele Tonini.

“Sono state 65 le violazioni accertate dal 16 giugno al 31 agosto – proseguono -, grazie all’attività che gli ispettori ambientali di Sei Toscana, hanno portato avanti attraverso l’utilizzo di due videocamere di tipo “e-killer”.

Analizzando i dati si contano in tutto trentotto abbandoni di sacchi all’esterno dei contenitori e quattordici abbandoni di rifiuti ingombranti o raee.

Sono stati invece sette gli errati conferimenti, cinque le violazioni riguardanti l’introduzione di ingombranti all’interno di cassonetti stradali e uno l’abbandono di rifiuti classificati come pericolosi.

Le postazioni prese in considerazione sono sei, per la maggior parte ubicate ai lati di strade molto trafficate, ai confini del perimetro comunale, quindi utilizzate anche da persone non residenti.

L’impegno dell’amministrazione per il contrasto degli abbandoni di rifiuti non finisce qui ma prosegue con determinazione; altre postazioni, oltre a quelle già prese in considerazione, saranno interessate da questo tipo di controllo e parallelamente è avviato ormai da tempo, il percorso per dotare il nostro territorio di un’isola ecologica.

Si raccomanda ancora una volta alla cittadinanza di avere rispetto per l’ambiente – concludono – seguendo le semplici regole per raccolta differenziata e ricordiamo che qualsiasi rifiuto lasciato a terra, anche se correttamente differenziato, costituisce un abbandono illecito, quindi un reato sanzionabile”.

 

Commenti