Campionati italiani: lanciatori sotto i riflettori, la veterana Oki in mostra nei 100 ostacoli fotogallery

GROSSETO – Mattinata di lanci, ostacoli e salti per i Campionati Italiani di atletica leggera a Grosseto, categorie Juniores e Promesse. Nel giavellotto Under 20 brilla la massiccia Federica Botter del Brugnera Friulintagli, che manda il suo attrezzo a 53,35, seguita dalle due Margherita, Regonaschi e Randazzo. Nel martello femminile titolo italiano junior e primato personale migliorato (54,20) per Emily Conte, al primo anno di categoria, davanti a Laura Casadei, autrice di una bella rimonta nel finale ad un passo dall’oro, e Sara Zuccaro, campionessa uscente. Al maschile podio tutto umbro con Gregorio Giorgis autore di un inarrivabile 67,76 seguito da Davide Costa e Luca Ballabio. Tanta buona volontà e un quinto posto da non svalutare per il maremmano Lorenzo Bigazzi dell’Atletica Grosseto Banca Tema, che chiude con 58,91 al quarto tentativo.

Spettacolo nei 110hs, con il 14,19 del recordman indoor Mattia Montini; bene Mattia Di Panfilo con 14.39, ottimo Franck Brice Koua con 14.17 davanti a Lorenzo Simonelli (14.23). Appena meno veloci Maffezzoni e Brunetti. Al femminile, nei 100hs non delude la “giovane veterana” Desola Oki che vince la sua batteria in 13.79; in vista Guizzetti con 13.85 (+0.5) e  Donato, già terza nel 100 metri, in 14.10 (-0.4). Per le juniores tempi poco oltre i 14”: avanti tutta per Giulia Guarriello e Veronica Besana. Passano il turno anche le due ostacoliste della Brescia 1950 Metallurgica San Marco, Veronica Crida ed Elena Carraro.

Undici atleti saltano a 1,90 nell’alto juniores maschile, in due a 1,85: per la finale si preannuncia il duello tra Massimiliano Luiu e Simone Dal Zilio, campione indoor. Nel triplo Under 20 vola Abdul Omar ad un soffio dai quindici metri (14,97),  seguito da Enrico Montanari e da Gabriele Tosti e Nicola Pozza ex equo a 14,85.

Nel decathlon Contotto prosegue la sua scalata verso il gradino più alto del podio. Zafrani, Kofler e Valletti in lotta per il titolo dell’asta junior femminile. Grande battaglia e un solo centimetro tra il 12,61 e il 12,60 rispettivamente di Sara Verteramo e Maya Caon nelle qualificazioni del peso juniores donne.

Commenti