Italiani: Borga domina la carica delle quattrocentiste, prime medaglie per velocisti e lanciatori

GROSSETO – Un’altra guest star dell’atletica italiana segna il pomeriggio del primo giorno dei Campionati Italiani a Grosseto. Fresca dell’esperienza alla Wanda Diamond League a Roma, la 400metrista Rebecca Borga dimostra di avere le gambe leggere e conquista subito il biglietto per la finale con un bel 54,57 seguita da Aquilino e Vandi, mentre fra le Promesse maschili va bene Moscardi; per gli Juniores Benati ma buone prove anche di Raimondi, Antonel e Foudraz tra le juniores. Nel salto con l’asta unico a 4,90 Niccolò Fusaro. Dopo le prove del peso e dei 400 metri, al giro di boa del decathlon perde terreno Sion mentre è Contotto a portarsi in vantaggio nella classifica provvisoria, seguito da Menghi.

Prime medaglie intanto, fra gli applausi di uno Zecchini affollato più da tecnici che da tifosi ma comunque festoso. Nel Giavellotto Juniores Giavellotto promesse, la titolata Carolina Viska si riconferma la più forte, seguita da Zavarino e Casadei. Nel lungo promesse, si conferma in forma Elisa Naldi con un bel 6,32 che è anche suo personal best; seconda e terza rispettivamente Travar e Mulas.

Fra i velocisti Juniores, nel 100 metri trionfa in finale con 10,57 Abdul Guene, seguito da Porcu e Sancin, mentre in rosa braccia alzate per Eleonora Ricci, campionessa italiana con 11,81, che si lascia alle spalle a breve distanza Visentin e Rastelli. Nella stessa specialità, per le Promesse, duello mozzafiato fra i due atleti del team Fiamme Gialle Nicholas Artuso e Lorenzo Patta col successo finale di quest’ultimo con 10,31. In campo femminile è prima Chiara Melon con 11,62 davanti a Gala e Donato in una classifica cortissima.

Bella giornata per gli atleti maremmani. Nel martello Under 23 è ottavo in finale Matteo Macchione dell’Atletica Grosseto Banca Tema con la misura di 50.40 per confermarsi tra i migliori a livello nazionale in questa categoria. Missione compiuta per l’altro biancorosso Lorenzo Bigazzi che subito ha conquistato in mattinata la qualificazione diretta per la finale, con il primo lancio a 56.52. Va in finale anche il grossetano Andrea De Simone, sesto nel primo round del salto in lungo juniores: il suo balzo a 6.97 con vento oltre la norma (+2.4) vale il passaggio del turno. Torneranno in gara nella seconda giornata: Bigazzi alle 10.50 sulla pedana del campo Palazzoli, poi De Simone alle 15 allo stadio Zecchini.

Commenti