Quasi il 50% delle supplenze ancora da assegnare, solo 63 immissioni in ruolo. In tanti rinunciano

Più informazioni su

GROSSETO – 336 supplenze assegnate, altre 321 ancora da assegnare, la metà dei posti è ancora vacante. Ma il provveditore, Michele Mazzola, è fiducioso di riuscire, entro sabato, ad arrivare all’80% delle assegnazioni, mentre il restante 20% sarà gestito o con una nuova convocazione, o direttamente dalle scuole, attingendo alle loro graduatorie «Crediamo di riuscire a chiudere tutta l’assegnazione al 20 settembre» afferma.

«Quest’anno il Ministero ha informatizzato una serie di procedure – afferma Mazzola –. Se da un lato ha agevolato alcuni passaggi, dall’altro ha creato qualche contrattempo per riuscire a capire come gestire al meglio le procedure».

Le immissioni in ruolo non sono andate troppo bene: sono state solo 63. Il numero dei nuovi docenti è nettamente inferiore rispetto alle disponibilità approvate dal ministero. L’ufficio scolastico ha ricevuto molte rinunce, specie per le nomine nella primaria: di 44 assunzioni ne sono stati assegnati 27 e messi a supplenza ben 18. È andata meglio nella scuola dell’infanzia dove i 14 posti comuni autorizzati sono stati ricoperti tutti mentre per quanto riguarda i posti di sostegno di cinque ne sono stati coperti tre (ne restano scoperti due).

Alle medie 113 i posti comuni autorizzati e ne sono stati assegnati solo tre, ne restano scoperti da assegnare con supplenza annuale ben 110 e tutti e 14 i posti di sostegno. Infine le superiori: 150 i disponibili, undici quelli assegnati, da assegnare con supplenza 139 mentre dei 13 posti di sostegno ne sono stati assegnati solo tre (dieci da coprire con supplenza annuale).

«Per quanto riguarda le supplenze avrei voluto fare l’assegnazione tramite piattaforma on line – prosegue Mazzola – ma in accordo con i sindacati abbiamo deciso di farlo in presenza ma a piccoli gruppi. Non ci sono stati problemi».

A questo LINK le assegnazioni provvisorie e la convocazione per le supplenze.

Più informazioni su

Commenti