#toscana2020

Salvini a Orbetello, Pci: «Noi non ci “leghiamo” ma non ci nascondiamo. No a flash mob senza bandiere»

Candidati elezioni regionali 2020 Pci

ORBETELLO – “Si continua a non fare politica e a ripetere gli errori del passato come si è fatto con Silvio Berlusconi. La Lega va battuta sul piano politico con delle proposte che parlino ai bisogni dei cittadini e soprattutto che diano risposte ai problemi del momento”.

A scriverlo, in una nota, il candidato alla presidenza Marco Barzanti e i candidati al consiglio regionale.

“Eppure – proseguono dal Pci – è lo stesso Pd che si dimentica come nell’ultimo Consiglio regionale ha fatto saltare i numeri sulla votazione della mozione per rispettare l’esito sul referendum sull’acqua, abbandonando l’aula del Consiglio e facendo mancare il numero legale. Da una parte si critica e dall’altra si va a braccetto, quando conviene, con la Lega.

Il Pd urla sui giornali dichiarando di essere preoccupato per il comizio leghista e della probabile conseguenza di un’impennata del virus, ma si dimentica che in tante piazze c’è stato proprio il Pd per la presentazione dei propri rappresentanti, come avvenuto ad Orbetello.

leggi anche
Matteo Salvini 2020
Campagna elettorale
Salvini a Orbetello: «Siamo preoccupati per la manifestazione»

Se dobbiamo contenere i momenti di assembramento lo dobbiamo fare tutti rispettando quelle regole e prima di tutto con il buon senso evitare di aumentare il rischio di contagi.

leggi anche
Matteo Salvini 2020
Verso le elezioni
Salvini a Orbetello, la Lega al Pd: «Temete gli assembramenti perché ai vostri eventi non viene nessuno»

Evidentemente i linguaggi barbari e le critiche faziose e al limite del lecito non fanno parte solo della cultura di destra ma fanno comodo anche a chi rovescia odio e infanga gratuitamente chi come il Pci vuole tornare a fare politica per parlare dei problemi dei cittadini e dei territori nel rispetto degli altri competitori e non rinunciando a un confronto anche duro e aspro ma sui contenuti e non su chi è meglio capace di offendere l’altro.

Così si offre una immagine deprimente ai cittadini chiamati al voto e si rischia di allontanarli dalla vita politica mentre oggi c’è bisogno del contributo di tutti.

Non parteciperemo al flash mob non solo per rispettare quella regola dettata dal buon senso, ma anche perché questi divieti di partecipare con bandiere, ed ora addirittura simboli, ci pare molto limitativa della libertà di espressione, soprattutto in luoghi pubblici, nel rispetto dell’art 21 della Costituzione che recita “tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione”.

leggi anche
Sardine 2019
Verso il voto
Salvini arriva a Orbetello e le Sardine scendono in piazza: «Contro chi costruisce consenso sulla paura»

Siamo stufi di nascondere la nostra identità perché dà fastidio a qualcuno – concludono dal Pci – a cui probabilmente fa comodo non farsi riconoscere e nascondersi nel civismo per continuare a raccogliere solo consensi numerici e per non parlare di quelle disastrose politiche che hanno messo in ginocchio cittadini e territori e portato a far crescere movimenti come la Lega”.

 

leggi anche
Matteo Salvini 2020
Verso le elezioni
Salvini a Orbetello, la Lega al Pd: «Temete gli assembramenti perché ai vostri eventi non viene nessuno»
Sardine 2019
Verso il voto
Salvini arriva a Orbetello e le Sardine scendono in piazza: «Contro chi costruisce consenso sulla paura»
Matteo Salvini 2020
Campagna elettorale
Salvini a Orbetello: «Siamo preoccupati per la manifestazione»
Giacomo Termine
Politica
Salvini a Orbetello, Termine alla Lega: «Noi facciamo conferenze stampa non comizi perché ragioniamo»
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI