Quantcast

Cascate del Mulino, l’assessore: «La minoranza diffonde false notizie. Già iniziata la fase di demanializzazione»

MANCIANO – “Dopo il Consiglio comunale di lunedì 24 agosto, ci chiediamo se il consigliere Fiorenzo Dionisi fosse presente in assemblea con noi o ancora in ferie e ci chiediamo se sia confuso o consapevole di diffondere false notizie”.

Questa la replica dell’assessore al Bilancio del Comune di Manciano, Roberto Bulgarini, dopo le dichiarazioni diffuse sui social network dal consigliere Fiorenzo Dionisi, del gruppo unipersonale indipendente, sulla mozione presentata dal gruppo di minoranza, poi respinta dalla maggioranza.

“Dionisi – continua Bulgarini – ci accusa di non aver votato e quindi aver respinto una mozione avente oggetto ‘la richiesta di concessione alla Regione Toscana dell’area del demanio idrico delle Cascate del mulino affinché il Comune di Manciano possa richiedere la concessione dell’area per garantire una gestione pubblica del sito’.

Dionisi ha perso qualche importante passaggio, perché l’amministrazione comunale di Manciano, con delibera 107 del 6 agosto scorso, ha dato atto di indirizzo favorevole a manifestare fin da ora, nelle more di conclusione del procedimento di demanializzazione da parte della Regione Toscana, la volontà di avviare il procedimento di demanializzazione dell’area e quindi di aver acquisito la proposta da parte del Genio Civile, inviata al Comune lo scorso 5 agosto.

Rimaniamo esterrefatti del comportamento di Dionisi che vuole gettare fumo negli occhi dei cittadini e vuole creare scompiglio, alterando la verità, stravolgendo la realtà dei fatti.

Dunque, lunedì scorso, dopo aver richiesto in Consiglio di ritirare la mozione presentata dalla minoranza, in quanto non aveva presupposti, ci siamo trovati a respingere una mozione che richiedeva una cosa che era già stata fatta.

A noi non piace perdere tempo su questioni già avviate e sorpassate – conclude Bulgarini -. Invito pertanto Dionisi e tutto il gruppo di minoranza a seguire il lavoro istituzionale della maggioranza collaborando e non ostacolandolo”.

Commenti