Quantcast

Arriva Salvini e la Rete solidale e antirazzista scende in piazza per i diritti dei migranti

Più informazioni su

PIOMBINO – “Nel rispetto delle norme anti covid, muniti di mascherina, la Rete solidale e antirazzista invita cittadini e cittadine, forze sociali, sindacali, politiche, culturali e associative a partecipare all’incontro pubblico con microfono aperto per parlare di pace, accoglienza e solidarietà, che si svolgerà domani, giovedì 20 agosto, dalle 18 alle 20 in piazza Verdi a Piombino” scrivono dalla Rete solidale e antirazzista.

“Invitiamo tutti a indossare una maglietta – proseguono dall’associazione – oppure un cartello con le scritte ‘razza = umana’, ‘io accolgo’.

Proponiamo che ciascun soggetto organizzato porti un solo striscione o bandiera con il proprio simbolo, in modo da garantire pari visibilità a tutti.

Nel nome di tali valori di umanità e civiltà, come già il 4 luglio scorso, chiediamo con forza che:

siano eliminate in Europa le leggi razziste come i decreti di Matteo Salvini (la cui presenza è annunciata in città) e gli accordi con la Libia firmati da Marco Minniti;

la attuale regolarizzazione parziale venga estesa a tutti i migranti irregolari, in modo da combattere il lavoro nero e la pandemia, che tutte le marginalità alimentano. In particolare, le amministrazioni locali procedano all’iscrizione anagrafica dei migranti presenti sul territorio, censiscano quanti sono stati espulsi dal sistema di protezione e si riprenda il cammino intrapreso con la consulta degli immigrati per favorire la loro attiva partecipazione democratica alla vita delle comunità: un ordine del giorno approvato dal Consiglio comunale il 30 luglio scorso impegna a farlo il sindaco di Piombino Francesco Ferrari.

Il mondo non si divide fra lavoratori di pelle bianca e lavoratori di pelle nera – concludono -, bensì è lacerato dalla divisione tra sfruttati sempre più poveri e sfruttatori sempre più ricchi, accoglienza e solidarietà antirazzista sono alcuni dei nomi più attuali della pace e dell’antifascismo”.

 

 

Più informazioni su

Commenti