Quantcast

Gli studenti del Manetti Porciatti e i loro robot ospiti a Festambiente

GROSSETO – Il polo Tecnologico Manetti Porciatti a Festambiente con i laboratori scientifici.

Anche in periodo di Covid si è rinnovato il connubio tra l’Istituto scolastico grossetano e la festa dell’ecologia e dell’ambiente. Sinergia che quest’anno si è moltiplicata per varietà dell’offerta e per i settori scientifici e tecnologici presenti. Infatti, alla tradizionale presenza dei robot calciatori di Robocup e ai MindStorm di Lego, coordinati dal professor Daniele Dattrino, si è aggiunto il laboratorio di automazione industriale, curato dal professor Vincenzo Iacobone, con l’utilizzo di bracci robotici alimentati con varie modalità, la loro costruzione con catone e compensato, l’impiego di una stampante 3D per confezionare le parti di un robot e l’automazione nei trenini elettrici, ed infine quello di informatica, con il professor Matteo Cesarani, con la creazione di due app gioco che i visitatori grandi e piccini possono scaricare gratuitamente tramite un QR Code e concorrere ogni sera a vincere gadget del Polo Tecnologico e di Legambiente.

“Il gioco e la sperimentazione – spiega il dirigente scolastico Alessandra Marrata – sono alla base della nostra metodologia di lavoro. L’ampia gamma di laboratori, con le loro dotazioni di materiali e strumenti, ci permette di offrire una formazione che fa della applicazione il suo elemento prioritario, a cui si affianca una parte teorica di altissimo livello. Un connubio che ci ha consentito nel corso degli anni di primeggiare, a livello nazionale, nelle attività scientifiche e tecniche, con risultati spesso entusiasmanti. Ci piace molto – continua la professoressa Marrata – che questa collaborazione con Festambiente prosegua e si consolidi, stante anche il protocollo d’intesa che molti anni fa stipulammo con l’associazione ambientalista, volto a stabilire attività sinergiche e reciproche collaborazioni.

Per questa edizione di Festambiente, – conclude – con la sezione Cat avevamo perfino predisposto un’attività legata alla realtà virtuale, ma purtroppo, per motivi legati alle norme anti Covid, non è stato possibile allestire.” Quindi ad adulti, ragazzi e bambini non rimane altro che conoscere e sperimentare la robotica, la meccatronica e l’informatica recandosi  a Festambiente,  previa la prenotazione on line dei laboratori preferiti direttamente dal sito della manifestazione.

Commenti