Rotture sulla rete idrica e consumi molto elevati, manca l’acqua: Adf a lavoro

Più informazioni su

CASTEL DEL PIANO – AdF al lavoro nel comune di Castel del Piano. In questi giorni alcune rotture sulla rete idrica, unite a consumi elevatissimi anche rispetto alla media stagionale, hanno causato ripetute mancanze di acqua sul territorio, principalmente nelle località Montenero e Cipressino.

L’azienda sta operando in stretto contatto con l’amministrazione comunale e in particolare con il sindaco Michele Bartalini, che ringrazia per la collaborazione nel fornire indicazioni puntuali circa le segnalazioni dei cittadini.

Per risolvere le problematiche AdF ha costituito una squadra ad hoc con unità e risorse dedicate, che sta lavorando 24 ore su 24 effettuando i ripristini necessari e mettendo in atto tutte le possibili manovre idrauliche per migliorare la distribuzione, inclusa la realizzazione di un bypass tra i serbatoi ubicati in località Casalino, per migliorare l’equilibrio idraulico nei diversi settori della distribuzione rurale.

Sono state 11 le perdite riparate dall’1 luglio a oggi, che si sono sommate a consumi molto più elevati anche rispetto alla media degli anni scorsi: sulla zona di Montenero la media giornaliera in questa stagione si è sempre attestata sui 5 litri al secondo (dato 2019), mentre in questi giorni i valori sono stati di 6 litri al secondo. Evidentemente la forte presenza di turisti sul territorio ha generato sia l’aumento dei consumi che un elevato stress alle condotte idriche. In caso di perdite sulle condotte, un consumo così elevato e fuori standard rispetto alla media, non permette ai serbatoi di recuperare, causando basse pressioni in rete e mancanze di acqua alle utenze.

AdF, oltre ad effettuare gli interventi, sta monitorando costantemente la rete idrica locale, per individuare, mappare e possibilmente anticipare eventuali ulteriori criticità. Scusandosi con i cittadini per i disagi, l’azienda coglie l’occasione per chiedere la loro collaborazione, invitando a un uso parsimonioso e responsabile dell’acqua, evitandone gli usi impropri come annaffiare giardini, lavare la macchina o riempire piscine.

AdF sta inoltre valutando, a partire dal mese di settembre, la realizzazione di interventi strutturali sulla rete, concordati con l’amministrazione comunale. Tra questi anche l’installazione di nuovi misuratori di utenza elettronici da allacciare agli stacchi delle utenze rurali, per avere l’aggiornamento in tempo reale dei consumi.

Più informazioni su

Commenti