Retromarcia del Comune sugli olmi da tagliare, Fare Grosseto: «Bene così»

GROSSETO – “Il tema del verde pubblico è sempre di stretta attualità. La conferma arriva dalla lettera che abbiamo ricevuto da parte di un cittadino”.

A scriverlo, in una nota, l’associazione Fare Grosseto.

Con estrema soddisfazione mi accingo a scrivere, dopo mesi di trepidazione, consapevole di cosa sarebbe successo se anche gli antichi olmi di piazza Galeazzi fossero caduti sotto una motosega selvaggia – si legge nella lettera -. Eravamo tutti preoccupati, specie gli anziani come il sottoscritto. Molti grossetani sono abituati ad apprezzare la bellezza della veduta del Santissimo che sembra sorreggersi sulle fronde verdi e vigorose di quegli alberi. Queste piante che non sono state tagliate sono ancora belle, necessitano solo di cure. E’ superfluo enunciare tutti i benefici prodotti delle piante. Il pericolo è scampato, per ora .

“Fare Grosseto non solo esprime soddisfazione per la decisione dell’amministrazione che recepisce anche una sua proposta pubblica – proseguono dall’associazione -. Si congratula perché si è mostrata attenta all’istanza della popolazione mostrandosi, così, con e per la cittadinanza e non a dispetto di essa.

“Fare Grosseto invita l’amministrazione comunale a programmare con estrema attenzione la politica del verde cittadino. Reintegrando prontamente le piante che abbisognano di essere tagliate – concludono da Fare Grosseto  -. Rilanciando il vagheggiato progetto del parco del Diversivo”.

Commenti