Blitz sulle spiagge: la Guardia Costiera sequestra 700 tra ombrelloni e sdraio fotogallery

Più informazioni su

ORBETELLO – Entra nel vivo l’operazione complessa “Mare Sicuro 2020”, coordinata a livello regionale dalla Direzione Marittima di Livorno.

Mentre vanno avanti, quotidianamente, su tutto il litorale toscano, le ordinarie attività di controllo in materia di sicurezza della navigazione, dei bagnanti, di tutela dell’ambiente marino e contro le forme di utilizzo abusivo delle imbarcazioni da diporto per attività di noleggio o trasporto passeggeri, in vista del ferragosto e del prevedibile affollamento delle spiagge, l’attenzione della Guardia Costiera si concentra su specifiche operazioni volte a garantire il libero accesso agli arenili e la possibilità per tutti di fruire delle spiagge pubbliche.

E’ stato cosi dato il via ad una serie di interventi sul litorale che in pochi giorni hanno permesso di sgomberare ampi tratti di spiaggia libera da centinaia di attrezzatture (ombrelloni, sdraio, lettini, gazebi ed altro) che venivano lasciate, sul posto, per giorni, ad occupare gli spazi pubblici.

In particolare con tre operazioni in pochi giorni, l’ultima delle quali compiuta stamane sul litorale di Cecina con la collaborazione del locale Comando di Polizia Municipale, è stato sottoposto a controllo un tratto di spiaggia di ben 5 km, compreso tra le località di Vada, Mazzanta, sino a Cecina appunto, con la rimozione di circa un centinaio di attrezzature balneari (ombrelloni, sdraio, lettini, gazebo) lasciate per occupare i posti migliori per il giorno successivo. 7 persone sono state individuate e sanzionate per tali illegittimi comportamenti, in violazione delle ordinanze balneari emanate dai Comuni costieri. 

Analogo intervento, con numeri ancora più elevati è stato compiuto dal personale della Guardia Costiera di Porto Santo Stefano, in collaborazione con la Polizia Municipale del Comune di Orbetello, sul tratto di litorale antistante la via Aurelia e località “le saline”. Anche in questo caso, in due distinte operazioni si è proceduto al controllo di circa 4 km di litorale e sono state oltre 700 le attrezzature da spiaggia rinvenute e sequestrate poiché lasciate incustodite ed al fine di occupare tratti di arenile libero.

Queste operazioni vengono compiute in adesione a quanto disposto a livello nazionale dalle direttive ministeriali emanate ad inizio stagione in materia di controlli sulle spiagge e in mare – commenta l’Ammiraglio Tarzia, Direttore marittimo della Toscana – e hanno consentito di restituire al pubblico uso ampi tratti di spiaggia libera che risultavano di fatto abusivamente occupati da ombrelloni, lettini e sdraio lasciati appositamente oltre gli orari consentiti o collocati senza alcun titolo concessorio e/o autorizzativo. Questo tipo di vigilanza – continua l’ Ammiraglio – proseguirà anche nei prossimi giorni in vista del periodo più affollato per le spiagge toscane, in cui è importante garantire il diritto di ognuno ad usufruire degli spazi a destinazione pubblica”.

L’invito della Guardia Costiera toscana per il prossimo ferragosto è quindi quello verso un comportamento responsabile da parte di tutti coloro che affolleranno le spiagge e il mare della nostra regione, affinché tutti possano godere di un sereno periodo di vacanza.

Più informazioni su

Commenti