22 chilometri a nuoto per sostenere i malati di tumore: «Grazie a tutti per questa fantastica edizione»

Più informazioni su

MONTE ARGENTARIO – Si è svolta ieri, lunedì 10 agosto, la nuotata “Da Porto a Porto”, organizzata dalla Polisportiva Amatori Prato a favore dell’Associazione Tumori Toscana Att, una traversata da Porto Ercole a Porto Santo Stefano per sostenere i malati di cancro e le loro famiglie.

Oltre settanta i partecipanti all’edizione 2020, fra cui alcuni nomi di spicco dello sport nazionale e internazionale.

Soddisfatto il delegato allo sport del Comune, Giuseppe Sordini, che ha seguito l’organizzazione dell’evento: “Anche quest’anno, nonostante tutte le difficoltà e le restrizioni dettate dall’insolita pandemia, siamo riusciti ad organizzare questa manifestazione che, giunta alla terza edizione, sta diventando una classica.

Chiaramente una gara così importante e lunga, 22 chilometri di nuotata, ha avuto bisogno, come sempre, del sostegno e supporto delle Forze dell’Ordine e soprattutto gli Amici del Guzzo, senza di loro non sarebbe stato possibile effettuare la traversata.

Pertanto ritengo doveroso ringraziare a nome di tutta l’amministrazione l’associazione Amici del Guzzo con il suo presidente Nazzareno Bausani, la Guardia di Finanza ed in particolar modo il comandante Emilio Maggiollini, che quest’anno ha messo a disposizione due motovedette, il comandante della Capitaneria di Porto Teofilo Traina, anche loro presenti con i mezzi della Guardia Costiera, la Croce Rossa Italiana ed infine un ringraziamento veramente sentito a Lorenzo Massai e tutto il suo staff, ideatori di questa manifestazione, non solo sportiva ma soprattutto di beneficenza e solidarietà.

Un augurio – conclude il delegato – per il prossimo anno per una edizione, ci auguriamo tutti, senza restrizioni e ancora più grandiosa”.

Più informazioni su

Commenti