Piano strutturale e operativo: al via il procedimento per la redazione

CAPALBIO – Con otto voti favorevoli e tre contrari il Consiglio comunale di Capalbio ha approvato oggi l’avvio del procedimento per la redazione del Piano strutturale e del Piano operativo.

Un atto fondamentale per aprire formalmente l’iter che porterà alla stesura di questi due importanti strumenti di programmazione territoriale ed urbanistica e necessario per poter scongiurare limitazioni urbanistiche ed edilizie in cui il Comune è incorso, nei mesi scorsi, per la legge regionale 65 del 2014, dato che non aveva provveduto entro i cinque anni di entrata in vigore della norma, all’avvio del procedimento per la formazione del nuovo Piano strutturale, lo strumento della pianificazione territoriale.

La predisposizione del nuovo Piano Strutturale e del Nuovo Piano Operativo sarà costituita dal lavoro tecnico di studio e messa a punto di documenti, da momenti di incontro, confronto, discussione e comunicazione con i cittadini, l’Amministrazione, gli Enti e tutti i soggetti coinvolti ed interessati ai temi della pianificazione territoriale ed urbanistica che ci permetteranno, sulla base di un quadro conoscitivo aggiornato, di fare scelte strategiche e di sviluppo che rispondono alle reali esigenze del nostro territorio.

Il piano strutturale, infatti, servirà a definire le strategie per la gestione del territorio, con l’obiettivo di valorizzare le risorse esistenti in un’ottica di sviluppo economico e sociale, mentre spetterà al piano operativo dettagliare i diversi interventi, stabilire come, nei prossimi anni, si potrà intervenire nella trasformazione della nostra area.

Ad elaborare l’avvio del procedimento è stato l’ufficio pianificazione del Comune, “… che ha svolto un grande lavoro di studio e messa a punto degli atti ed a cui vanno i nostri ringraziamenti – sottolinea l’amministrazione – necessari per elaborare questo documento che rappresenta il passaggio tecnico fondamentale per dare avvio all’iter”.

Sarà cura dell’ufficio pianificazione comunicare i prossimi passi per favorire lo scambio e la raccolta di contributi, indicazioni e suggerimenti da parte dei cittadini e di tutti i portatori di interesse.

“Un confronto fondamentale per aggiornare il piano conoscitivo, mappare le esigenze e le criticità ed elaborare le scelte strategiche di sviluppo del nostro territorio”, aggiunge l’amministrazione. Un percorso che coinvolge i cittadini, gli enti sovraordinati, i soggetti competenti in materia di ambiente, ma anche i territori confinanti, fondamentali per poter registrare puntualmente tutti gli elementi utili alla stesura del piano strutturale e del piano operativo.

Con la presentazione e l’approvazione della relazione di avvio del procedimento varata dal Consiglio comunale quindi si dà effettivamente avvio a un percorso che permetterà all’amministrazione e ai cittadini di definire lo sviluppo del territorio nei prossimi anni: “Che – conclude l’amministrazione – sarà in linea con le politiche di sostenibilità ambientale a cui stiamo lavorando dall’inizio del nostro mandato”.

Commenti