Porto e terme, Berardi: «La rinascita delle frazioni passa dal turismo»

Più informazioni su

ORBETELLO – «Fonteblanda e Talamone (Orbetello) stanno cambiando volto, diventando sempre più a misura di turista».

A scriverlo, in una nota, il senatore del gruppo Forza Italia-Berlusconi presidente, Roberto Berardi, consigliere comunale di Orbetello.

«In questi anni – spiega – l’Amministrazione del sindaco Andrea Casamenti, di cui faccio parte sin dal momento della suo insediamento, ha lavorato molto e con risultati evidenti per rilanciare le frazioni orbetellane. Mi riferisco in particolare alla zona di Fonteblanda e Talamone.

Partendo da interventi minori seppur fondamentali come il taglio dell’erba, che adesso viene fatto anche otto volte durante l’anno contro le tre o quattro della passata legislatura, il Comune ha poi provveduto ad asfaltare tanti chilometri di strada e a portare la raccolta differenziata dal 15% al 61%.

Per quanto riguarda la gestione dei rifiuti, consapevoli che nel corso dell’estate la situazione diventa più difficile, abbiamo previsto il passaggio degli operatori due volte al giorno per rimuovere i sacchi e altro materiale abbandonato accanto ai cassonetti. Sono state sistemate l’area attorno alla rocca a Talamone e quest’inverno partiranno i lavori per la nuova piazza dell’Uccellina a Fonteblanda.

Il futuro delle due frazioni di Orbetello dipende dai servizi che l’Amministrazione comunale offrirà ai turisti: da qui la decisione di realizzare la pista ciclabile che unirà Fonteblanda, Talamone e i campeggi dell’Osa. Una promessa mai realizzata da chi ha preceduto l’attuale amministrazione. Ci impegniamo affinché la spiaggia della Feniglia diventi un’area dedicata agli sport d’acqua, come la vela o il kitesurf, dato che il nostro golfo è conosciuto come il “golfo del vento” ed è perfetto per chi vuole praticare queste discipline. Stiamo per affidare i lavori al cimitero comunale e sono in contatto con Poste Italiane per far riaprire tre volte a settimana l’ufficio postale di Fonteblanda.

Ricordo anche il progetto delle Terme dell’Osa: siamo riusciti a riattivare l’iter per la costruzione di un impianto termale. Attualmente ci stiamo occupando della riattivazione dei pozzi, poi passeremo alla certificazione dell’acqua da parte degli enti competenti e infine faremo un bando per affidare quell’area. Ma prima di arrivare all’affidamento abbiamo intenzione di fornire l’acqua termale a chi ne farà richiesta per fini turistici, sempre nell’ottica di promuovere la nostra zona.

E infine il porto di Talamone: finalmente la struttura è navigabile in ogni punto, mentre fino a pochi anni fa poteva operare solo a metà – conclude Berardi -. Presto inizieranno i lavori di riqualificazione che porteranno nuovi posti barca e attività nella frazione: un intervento reso possibile con il supporto della Regione Toscana e della Provincia di Grosseto, ma frutto del grande impegno sin dal suo insediamento dell’attuale Amministrazione comunale».

Più informazioni su

Commenti