Sanità privata, Pd: «Grave il mancato rinnovo del contratto nazionale»

FIRENZE – “Il mancato rinnovo dopo quattordici anni del contratto nazionale della Sanità privata da parte delle organizzazioni datoriali è un fatto grave, ancor più perché arriva dopo l’impegno preso dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome a farsi carico del 50% dei costi del rinnovo contrattuale con un mix di interventi individuati a livello territoriale relativi ai budget e alle tariffe”.

A dirlo i consiglieri regionali del Pd Leonardo Marras ed Enrico Sostegni, secondo i quali sono da condividere le preoccupazioni espresse dalle rappresentanze sindacali regionali, “che hanno condannato l’atteggiamento di Aiop e Aris, le organizzazioni datoriali della sanità privata, che non hanno voluto ratificare l’intesa per il rinnovo, nonostante l’impegno assunto dalla Conferenza e dal Ministero a rivedere i costi delle convenzioni”.

“Una decisione che purtroppo va a perpetuare uno stato di tensione che i lavoratori non meritano di sopportare, soprattutto dopo l’emergenza Covid”, concludono i due consiglieri auspicando una pronta revisione della decisione da parte delle organizzazioni datoriali.

Commenti