Campionato a squadre Optimist, finale combattuta fra Riva e Tognazzi Marine Village

FOLLONICA – Emozioni e agonismo a chiusura del Campionato Nazionale a Squadre Optimist, tenutosi in riva al golfo. È il terzo anno che i team di Riva e Tognazzi Marine Village arrivano in finale, con due vittorie rivane e una dei romani lo scorso anno. Un grande lavoro è stato fatto dai club, ma anche da parte del Gruppo Nazionale che vedeva tre ragazzi sia in Riva che nel team di Roma.

La finale è stata combattuta ma allo stesso tempo, Riva ha dimostrato un po’ più di personalità in alcuni momenti chiave. Onore comunque ai combattivi ragazzi di TMV 1, capitanati da Federica Contardi (campionessa europea individuale e a squadre del 2019), che hanno lottato fino all’ultimo centimetro senza mai arrendersi. Sostituire Marco Gradoni non era facile, ma ha dimostrato anche lei di essersi presa questo ruolo con grande tenacia. Una crescita del movimento “squadre” importante con tutti i 16 posti disponibili utilizzati per dar vita a questo campionato ben organizzato dalla LNI Follonica, dal CNF e dal CNS come sempre molto disponibili con tutti e un campo di regata che è sempre una certezza nonostante le temperature torride.

Contemporaneamente all’importante regata follonichese, nella zonale Laser tenutasi a La Spezia domenica 2 agosto, Meciani (classe 1986) si “vendica” dopo l’umiliante debacle nella prima tappa del Campionato sociale LNI piazzandosi secondo e tenendo a una distanza il più giovane compagno di squadra Frassinetti (classe 1997). Il vecchio leone, al suo ultimo anno agonistico prima di passare alla categoria Master, ruggisce e, complici i problemi fisici di Frassinetti, porta a casa un importante risultato, dando nuovo tono a questo appassionante duello inter-generazionale che da anni divide questi due affermati atleti.

Commenti