Sei maremmano se dici: «Mi fai venì il lupo! Fai certi discorsi che un sanno né di me né di te»

Più informazioni su

GROSSETO – Le chiacchiere a vanvera…quante se ne sentono. Oggi poi coi social…siamo tutti esperti e tutti si pontifica su tutto. Le tasche so’ tutte piene di verità. e il bello è che ognuno pensa che la sua sia quella vera! Da bimbetto, quando non c’era nulla di tutto ciò, la piazza (quella vera) restava il luogo del confronto. Poi c’erano i bar (i barre), le botteghe dove qualcuno andava anche a veglia e, per me che abitavo a Castiglione, c’era (c’è sempre in verità) un albero chiamato “l’albero della maldicenza”. Non c’è bisogno che si spieghi perché. Ebbene, in ognuno di questi posti pensate a quante chiacchiere si saranno fatte.

E anche allora ognuno aveva la sua ricetta per risolvere i problemi del mondo. E quando la discussione si scaldava un pochinino c’era chi, ricordo, usciva co’ qualche espressione buffa davvero. Ad esempio questa: “Mi fai venì il lupo!”, per dire che proprio uno si stava arrabbiando sul serio, con l’aggiunta di un’altra espressione che aveva lo scopo di smontare defnitivamente le teorie altrui: “Fai dei discorsi che un sanno né di me né di te”. Come dire: dici certe bischerate che proprio un sanno di niente!

A questo LINK tutte le vecchie puntate

Più informazioni su

Commenti