Coronavirus, a Scarlino da Romania e Bulgaria, Pd: «Il sindaco ha avviato i controlli?»

Più informazioni su

SCARLINO – “Siamo preoccupati per la salute dei cittadini scarlinesi perché i rientri dai Paesi extra Schengen (Romania, Bulgaria, Ucraina, e altri) dei cittadini facenti parte della numerosa comunità presente nel nostro territorio rischia di creare un grosso rischio sanitario se non gestito adeguatamente”. A scriverlo, in una nota, il Pd di Scarlino.

“L’ordinanza 75, firmata dalla vicepresidente della Regione Toscana Monica Barni, in vigore dal 29 luglio, prevede, anche per gli arrivi dei mezzi di trasporto su gomma, la registrazione ed il tracciamento dei passeggeri che entrano in Italia e che devono essere sottoposti a quarantena. Poiché i bus e le auto private sono fra i mezzi più utilizzati dai cittadini provenienti dai Paesi di recente inclusi dal Ministero della Salute fra quelli che obbligatoriamente devono sottoporsi a quarantena, auspichiamo che la sindaca Francesca Travison si sia attivata in tal senso”.

Le domande che il Pd scarlinese si pone, “raccogliendo le sollecitazioni dei cittadini che, allarmati, si sono rivolti al PartitodDemocratico, sono: la sindaca ha predisposto un servizio di controllo? Si è attivata con la Regione Toscana per individuare quali sono i suoi obblighi e quali quelli dell’Amministrazione regionale? E, soprattutto, ha allertato la Asl? Infatti i punti di accoglienza saranno allestiti dalle Asl territoriali e, oltre a registrare i passeggeri in arrivo, comunicheranno loro che sono tenuti all’isolamento fiduciario di 14 giorni con sorveglianza attiva; a tal proposito auspichiamo che in tale eventualità la sindaca abbia predisposto il servizio che sarà a carico della nostra Polizia Municipale”.

“Ricordiamo inoltre che ai cittadini in rientro nel nostro Paese sarà offerta la possibilità di sottoporsi a test sierologici e test molecolari e che, ai casi eventualmente positivi, la Regione Toscana offre la possibilità di restare in isolamento presso gli alberghi sanitari. Siamo certi – conclude il Pd di Scarlino – che la sindaca vorrà accogliere e tenere nella giusta considerazione le preoccupazioni dei suoi cittadini e sappia attivarsi presso Asl e Regione Toscana per mettere in campo l’adeguata prevenzione”.

Più informazioni su

Commenti