Raccontare il Coronavirus in 100 parole o sette immagini: al via il concorso “Pensieri aperti”

Più informazioni su

AMIATA – I comitati Soci di Coop Unione Amiatina in collaborazione con l’associazione culturale Amici dell’orso lanciano il confronto: raccontare il mondo prima, durante e dopo il Covid-19 in sole 100 parole o 7 immagini. C’è tempo fino al 30 settembre per mettersi alla prova.

Le regole sono semplici: un racconto, una storia in 100 parole o 7 immagini per far conoscere il proprio mondo, le proprie aspirazioni, i pensieri, le sensazioni e le speranze o per descrivere la pandemia e i mesi dell’isolamento, lasciando così memoria di questo periodo inimmaginabile e, speriamo, irripetibile.

C’è ampio spazio quindi per dare sfogo alla propria creatività, raccontando in modo realistico o immaginario, serio o ironico, il mondo che ci circonda soddisfacendo così quel bisogno di socialità, fatto anche di contenuti culturali, che ci ha accompagnato nei mesi dell’emergenza epidemiologica.

«Un bisogno di socialità a cui — spiega il presidente Fabrizio Banchi — Coop Unione Amiatina può rispondere con efficacia, non solo per essere stata in prima linea nell’emergenza Covid, ma soprattutto perché grazie al fondamentale contributo dei nostri soci attivi e alla collaborazione con le associazioni del territorio, abbiamo sempre tradotto in fatti concreti i valori sociali, culturali e solidali che costituiscono il nostro essere cooperativa. Proprio nell’anno del Coronavirus ricorre il nostro 60esimo anniversario e vogliamo
celebrarlo anche attraverso le testimonianze che riceveremo con questo concorso».

Del resto Coop Unione Amiatina non è nuova a eventi di questo genere, il cui scopo è spingerci a riflettere sul tempo e sul mondo che stiamo vivendo. Fissare su carta o per immagini, storie e racconti, porta infatti necessariamente con sé un momento di riflessione. Scegliere le parole giuste, la giusta inquadratura o la giusta pennellata, significa fermarsi a pensare, analizzare il momento, cosa quanto mai necessaria in un
periodo in cui siamo costretti a fare i conti con cambiamenti epocali.

«Dopo un confronto con i Comitati Soci — racconta Maria Cristina Renai —, tra le molte espressioni creative disponibili abbiamo scelto proprio il racconto breve (drabble) e le immagini perché riteniamo che siano le forme più adatte a raccontare i cambiamenti del presente. Due modi di raccontare il mondo che vogliono coinvolgere in particolare i giovani, non solo in quanto eredi dei valori cooperativi, ma
perché è fondamentale comprendere la loro visione e perché in qualità di soci saranno loro domani a ereditare la Cooperativa».

Il guanto di sfida è quindi stato lanciato, il primo classificato si aggiudicherà 600 euro in buoni acquisto, mentre al secondo andranno 300 euro e al terzo 150 euro, sempre in buoni acquisto.

Ora non resta che dare sfogo alla propria creatività.

Per partecipare basta inviare la propria opera entro il 30 settembre all’indirizzo pensieriaperti2020@gmail.com, come indicato nel bando completo reperibile sui siti www.coopamiatina.it e www.amicidellorso.it.

Più informazioni su

Commenti