Teleconsulto pediatrico: anche il Misericordia e gli ospedali grossetani in rete con il Meyer

Firenze – Teleconsulto pediatrico: ora tutto il territorio toscano è in rete. In questi giorni, il Meyer ha siglato una convenzione con l’Azienda Usl Toscana sud est (Arezzo, Grosseto, Siena), collegando ben tredici ospedali presenti sul territorio con il pediatrico fiorentino. Si tratta del tassello finale di un lungo percorso iniziato nel 2016 che, passo dopo passo, ha costituito la rete regionale di teleconsulto per le discipline pediatriche più grande d’Italia: sono 39, in tutto, gli ospedali che ne fanno parte.

Il Meyer di Firenze farà da punto di riferimento per le emergenze e molte altre specialità pediatriche  per gli ospedali di tutta la regione: in particolare il professionista della struttura territoriale potrà chiedere la consulenza ai professionisti del pediatrico fiorentino corredando la richiesta con immagini radiologiche e dati sanitari relativi alle condizioni cliniche del paziente.

Gli specialisti del Meyer potranno valutare il quadro clinico dei piccoli pazienti contribuendo all’inquadramento diagnostico e alla definizione della gravità del caso e delle cure, potendo così  valutare assieme ai colleghi la necessità di trasferire il piccolo paziente alla struttura fiorentina oppure continuare i trattamenti nell’ospedale che ha chiesto la consulenza.  

Attraverso il sistema di teleconsulto sarà possibile migliorare l’accessibilità e la tempestività a consulenze specialistiche pediatriche e garantire una migliore qualità e omogeneità delle cure in tutta la Regione Toscana, non solo in condizioni di emergenza/urgenza, ma anche nei casi complessi e nei pazienti con patologie croniche. Tra i grandi vantaggi di questo percorso virtuoso, la possibilità di far lavorare a distanza più professionalità su un singolo caso senza necessariamente spostare il paziente. Il tutto grazie alla condivisione di immagini radiologiche, esami a corredo e altra documentazione nel rispetto della privacy del paziente. Tutte le teleconsulenze saranno archiviate in modo da consentire la loro successiva consultazione in modo rapido ed efficace (in presenza del consenso informato). 

Il progetto è stato attivato in un primo momento con la Ausl Toscana Centro, poi la rete di teleconsulenza si è allargata fino a comprendere gli ospedali della Ausl Toscana nord ovest. Ora il cerchio si chiude con i presidi ospedalieri della Ausl Toscana Sud-est.

“Siamo molto orgogliosi del risultato ottenuto in questa legislatura  in ambito pediatrico – dichiara l’assessore al diritto alla salute, Stefania Saccardi -. In questi anni la Regione Toscana ha investito molto sul modello a rete, tanto da renderlo il tratto distintivo del nostro sistema sanitario anche in altri contesti e settori multidisciplinari e multiprofessionali. La rete pediatrica regionale, in particolare, è stata fortemente voluta per assicurare a tutti i bambini toscani, ovunque vivano, le stesse cure altamente qualificate. Una sfida che abbiamo portato avanti grazie alla disponibilità e al coinvolgimento di  tanti professionisti e dell’ospedale pediatrico Meyer, un importante punto di riferimento per la Toscana e non solo.  La messa in rete del teleconsulto pediatrico consentirà agli specialisti del Meyer di seguire, anche a distanza, i piccoli pazienti, fornendo alle loro famiglie tutte le risposte necessarie e ai colleghi della rete un supporto di eccellenza che ci invidiano in tanti”.

Teleconsulto e telemedicina costituiscono un rafforzamento della rete pediatrica toscana, garantendo equità delle cure e percorsi sanitari più appropriati, da un lato facilitando il collegamento tra i professionisti dei vari nodi della rete, dall’altro favorendo l’assistenza in prossimità del luogo di vita del bambino e della sua famiglia” spiega Alberto Zanobini, Direttore generale del Meyer.

“Ogni singolo paziente ha diritto al massimo di attenzione – commenta il Direttore Generale della USL Toscana Sud Est Antonio D’Urso. I bambini anche a qualcosa in più. La Rete di telemedicina dedicata all’urgenza pediatrica consente di  migliorare l’accessibilità e la tempestività delle consulenze e di garantire una migliore qualità e omogeneità delle cure. E’ una garanzia che l’intero sistema sanitario toscano offre ai bambini e alle famiglie. Ecco la piena e convinta adesione della Asl Tse al progetto di telemedicina messo a punto dal Meyer”.

Commenti