Coronavirus, nessun caso positivo nella comunità bengalese: «68 tamponi per prevenire focolai»

ARCIDOSSO – Tamponi per rilevare il Covid-19 alla comunità bengalese che vive ad Arcidosso, in località Bagnoli. Sono stati eseguiti lunedì 20 luglio, in un’unica seduta, i controlli per i 68 cittadini originari del Bangladesh che vivono nel comune amiatino.

A determinare la scelta di eseguire il test la segnalazione del rientro del Bangladesh di un membro della comunità.

“I controlli sono stati effettuati a scopo precauzionale, da un’equipe infermieristica composta da personale proveniente da tutta l’area socio sanitaria Amiata Grossetana, Colline Metallifere e Grossetana”, spiega Fabrizio Boldrini, direttore della Società della Salute e del distretto socio sanitario.

“È stata un’operazione importante, che ha permesso di rassicurare i cittadini del loro stato di salute e che, in caso di necessità, potremmo riproporre per altri controlli a tappeto – conclude -. Si tratta di una delle tante azioni messe in campo per tenere sotto controllo, in maniera preventiva, ogni possibile focolaio di infezione”.

Commenti