Attualità

Danno fuoco alla corona e alla lapide che celebra i morti per la libertà

targa Liberazione vandalizzata

GROSSETO – Atto vandalico nella notte, a Porta Vecchia, a Grosseto. Qualcuno ha incendiato la corona che era stata apposta sotto la targa commemorativa della Liberazione di Grosseto.

Nella targa si commemorano i caduti per la difesa della città nello scontro con le truppe tedesche. Sulla targa si leggono i nomi di Elvio Palazzoli, Renato Ginanneschi, Paolo Santucci e Luigi Falciani di Grosseto, assieme ad Agostino Sergenti di Sinalunga e Giuseppe Cennini di Pomarance, tutti partigiani uccisi dai soldati tedeschi nei giorni della liberazione di Grosseto.

La storia riporta che nella notte tra il 14 e il 15 giugno del 1944, alcune formazioni della Brigata garibaldina arrivarono dalle montagne della provincia di Grosseto fino alla città e occuparono le principali sedi istituzionali, come il municipio, la prefettura e la questura. La mattina del 15 giugno liberarono il capoluogo dai fascisti, scontrandosi con una colonna di tedeschi che si ritirava verso nord. Nello scontro, avvenuto vicino ai bastioni di Porta Vecchia, morirono sei uomini. Il giorno dopo, ovvero il 16 giugno, le truppe alleate entrarono nel capoluogo già liberato.

Nello scontro persero la vita alcuni uomini uomini e ragazzi che dettero la vita contro la ferocia del nazifascismo. Morti per la libertà di tutta la città. La targa fu inaugurata nel giugno 2014, per il 70esimo anniversario della Liberazione, dall’Anpi e dall’amministrazione comunale.

Nella notte il disgustoso atto vandalico. Chi è passato di lì verso le 22 sostiene che era tutto a posto, mentre questa mattina la corona era carbonizzata e la targa annerita dal fumo nero. Si spera che le telecamere, che sono posizionate sul varco della porta, abbiano ripreso i vandali mentre incendiavano la corona di alloro.

leggi anche
Leonardo Culicchi
Il caso
Targa per i caduti bruciata, Culicchi: «Non è solo vandalismo, ora il sindaco la esponga con la madonnina»
targa Liberazione vandalizzata
Il caso
Targa per i partigiani bruciata, il sindaco: «Gesto deplorevole e vile, faremo di tutto per punire i responsabili»
targa Liberazione vandalizzata
Grosseto
Targa per i partigiani bruciata, fiori sul monumento e presidio dell’Anpi: «Non parlate di ragazzata»
targa Liberazione vandalizzata
Il caso
Targa per i partigiani bruciata, la rabbia del governatore Rossi: «Oltraggio alla memoria»
targa Liberazione vandalizzata
Il caso
Targa per i partigiani bruciata, il Pci al sindaco: «Dica una volta per tutte cosa pensa del fascismo»
targa Liberazione vandalizzata
Grosseto
Targa ai partigiani bruciata, Psi: «E’ un problema di coscienza storica e sociale»
Rodolfo Cetoloni (vescovo)
Grosseto
Il vescovo: «Le chiese non possono essere richieste né date in uso per attività politiche»
Manifestazione antifascista Anpi resistenza
Scarlino
Imbrattata la lapide del partigiano: è il secondo atto vandalico in due giorni contro i simboli della Resistenza
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI