Follonica a Sinistra: «Alle comunali con Benini alle regionali con Fattori»

FOLLONICA – A Follonica appoggeranno l’elezione a sindaco di Andrea Benini, ma alle regionali non sosterranno Giani, bensì Tommaso Fattori. Follonica a sinistra spiega così le proprie scelte per le prossime sfide elettorali.

«La nostra è una lista formata da rappresentanti di Rifondazione Comunista e da singoli cittadini che si riconoscono nel mondo della sinistra e senza i quali non sarebbe stato possibile il grande risultato ottenuto alle elezioni del 26 maggio 2019, con l’elezione di Enrico Calossi a consigliere comunale e con la nomina di Francesco Ciompi come assessore».

«Per le elezioni regionali la nostra idea è di sostenere il candidato che più rispecchia il nostro modo di fare politica, che rappresenta le nostre idee, e che garantisce la salute ed il benessere dei cittadini: cioè Tommaso Fattori. Fattori e Paolo Sarti sono stati ottimi consiglieri regionali che hanno lavorato benissimo in negli ultimi 5 anni, come consiglieri di opposizione. Basta guardare gli atti del Consiglio Regionale per capire il loro impegno. Un recente articolo apparso sulla stampa regionale infatti documenta come, atti alla mano, Fattori sia risultato il consigliere più attivo e impegnato dell’intera consiliatura».

«In una recente dichiarazione Fattori ha detto: “Quello che proponiamo è un progetto di partecipazione dal basso per una svolta ecologista e di giustizia sociale. Crediamo che la nostra regione non possa prescindere da un lavoro stabile e di qualità, archiviando la stagione della precarizzazione, e da un investimento strategico nell’edilizia residenziale pubblica. Crediamo non si possano scindere diritti sociali e diritti civili. Crediamo che il nuovo piano dei rifiuti debba essere incentrato su una vera economia circolare, escludendo vecchi (e nuovi) inceneritori e gassificatori. E crediamo che non debba più esistere una Toscana di serie A e una di serie B, ma un unico territorio da tutelare e valorizzare attraverso una rete di servizi capillare. La maggioranza dei toscani è a favore della gestione pubblica della sanità, dell’acqua, e dei servizi fondamentali, per questo il nostro è un progetto politico che lancia la sua sfida su temi maggioritari.” Si tratta di temi che riguardano anche la nostra città e sui quali cercheremo di portare il nostro contributo nella scrittura del programma per le elezioni regionali».

«Il nostro sostegno a Fattori, dunque, non deriva da una automatica appartenenza ideologica, ma perché per noi i programmi e le cose da fare sono la bussola della politica che ci piace e che è vicina ai cittadini.
Per questo, con i fatti, abbiamo dimostrato a Follonica di saper collaborare e governare lealmente anche insieme ad altri partiti, come il Partito Democratico e +Europa, che sui temi nazionali, e regionali, sentiamo distanti. Quindi se una intesa esiste non abbiamo problemi a portarla avanti, ma se sui programmi non c’è accordo, preferiamo evitare scelte rabberciate. Anche per questo lavoreremo per portare a breve Tommaso Fattori a Follonica. La Toscana si merita qualcosa di meglio dei carri armati di Giani o delle ruspe e dell’incompetenza politica della Ceccardi. Con la nostra proposta vogliamo dare una possibilità a chi vuol cambiare le cose di farlo veramente» conclude la nota.

Commenti