Lazzeretti: «Sicurezza è priorità. Ceccardi può dare una svolta anche al nostro territorio»

Più informazioni su

ARCIDOSSO – “Il tema della sicurezza in Amiata resta prioritario e dovrò essere un motivo di discontinuità con la nuova guida regionale. Per questo la candidatura di Susanna Ceccardi può rappresentare una svolta anche per il nostro territorio”.

Lo dice il consigliere comunale di Arcidosso, esponente della Lega in terra amiatina, Alberto Lazzeretti.

“Anche nei giorni scorsi – afferma il consigliere – abbiamo assistito all’arresto di quattro extracomunitari dediti allo spaccio della droga. Un risultato raggiunto grazie alle forze dell’ordine, in questo caso ai Carabinieri, che, seppur chiamati ad operare con personale ridotto all’osso, stanno facendo un grande lavoro in questo senso e, soprattutto, cercano di proteggere quei giovani che rappresentano le fasce più a rischio della popolazione e che sono gli obiettivi preferiti degli spacciatori. Come Lega da anni ci battiamo soprattutto contro quelle politiche sull’immigrazione, difese dal Pd e dalla sinistra, i cui effetti negativi, anche in terra amiatina, sono sotto gli occhi di tutti”.

“Susanna Ceccardi – afferma Lazzeretti – rappresenta ciò che serve. Lo ha dimostrato da sindaco a Cascina facendo fatti e non parole contro i clandestini e gli irregolari. Personalmente la sosterrò e credo che sia determinante sostenere la Lega anche con i candidati in consiglio regionale, avendo, come numeri, la possibilità di riportare dopo anni un consigliere di centrodestra a Firenze in rappresentanza della provincia di Grosseto. Un’impresa non facile, con una legge elettorale che penalizza il nostro territorio, ma che è alla portata del nostro partito, visti anche i sondaggi favorevoli. Un voto utile che noi vogliamo far sì che lo sia per davvero, anche nei fatti, con una Toscana non più rossa a guida Ceccardi ed una forte rappresentanza grossetana”.

“Lo stesso Matteo Salvini ha detto che se il centrodestra vincerà in Toscana ci sono buone probabilità di veder cadere l’esecutivo giallorosso – afferma -. La lontananza delle istituzioni da questo territorio è stata evidente. Il Governo latita e fino ad oggi ha latitato anche la Regione a guida Pd. Crediamo che sia necessario, partendo dalla sicurezza, dalla difesa del nostro ospedale e del nostro territorio, dalle infrastrutture che devono essere adeguate, interrompere cinquanta anni di Governo del centrosinistra. I risultati delle ultime elezioni politiche e delle europee da noi in montagna sono stati confortanti e, a livello locale, dopo decenni è caduta la roccaforte rossa di Castel del Piano”.

“Le premesse per poter vincere con Susanna Ceccardi ci sono tutte – conclude -, così come quelle di portare un candidato della Lega della nostra provincia in consiglio regionale. L’occasione è ghiotta e non dobbiamo lasciarcela sfuggire”.

Più informazioni su

Commenti