Coronavirus, agevolazioni e sgravi su tributi per imprese e cittadini: tutto quello che c’è da sapere

MASSA MARITTIMA – Si è svolto ieri sera in videoconferenza il Consiglio comunale a Massa Marittima.

Fra i punti salienti le esenzioni e agevolazioni relative al pagamento dei tributi rispettivamente per attività economiche e cittadini a seguito del disagio creato dall’emergenza sanitaria Covid-19 e del conseguente lockdown.

“Tutti i punti all’ordine del giorno sono stati approvati con il voto compatto della maggioranza – spiega il sindaco Marcello Giuntini -. Atteggiamento di ostruzionismo da parte di repubblicani e Lega che hanno votato contrari quasi a tutte le proposte, comprese le esenzioni per le attività danneggiate dalle chiusure imposte per il contenimento del Coronavirus, comportamento più responsabile quello del gruppo di Massa Comune rappresentato in aula dal consigliere Marco Mazzinghi che si è spesso astenuto dalla votazione”.

Assenti i consiglieri Loredana Bussola della Lega e Fiorenzo Borelli di Massa Comune e Barbara Fiorini per il gruppo dei Repubblicani.

Fra i punti più salienti approvati, la dilazione dei pagamenti frazionati della tassa sui rifiuti, con ultima rata slittata a gennaio 2021.

Invariate le tariffe di Imu, mentre importanti sgravi sono stati deliberati sulla Tari per gli esercizi che hanno dovuto interrompere o ridurre la propria attività nel periodo del lockdown: questi beneficeranno di un abbattimento del 30% sulla tassa complessiva, mentre gli esercizi di vicinato potranno usufruire su una riduzione del 50%. Tali agevolazioni sono state tutte finanziate con risorse di bilancio proprie dell’Ente.

Per quanto riguarda la Cosap, canone di occupazione del suolo pubblico, la decisione dell’Amministrazione Comunale è stata quella di azzerare l’intero pagamento annuo per tutti gli esercizi, misura che va ad aggiungersi all’esenzione del pagamento relativo a sei mesi, già precedentemente stabilito dal Governo, solamente per la categoria di somministrazione di alimenti e bevande.

Deliberata anche la riduzione del 50% , sempre sulla Cosap, per tutti gli esercenti che non hanno potuto svolgere la propria attività mercatale durante il lockdown.

Approvata anche, nell’ottica di un rilancio turistico del territorio, con l’astensione della minoranza, la convenzione per l’esercizio associato delle funzioni in materia di organizzazione dell’offerta turistica, collegata alla realizzazione del prodotto omogeneo “Itinerario culturale via delle Città Etrusche Roselle/Vetulonia –Piombino –Volterra –Siena: tracciato”, illustrata dall’assessore a Cultura e Turismo Irene Marconi.

Polemica nel corso dell’assise comunale sull’approvazione dell’ultimo punto all’ordine del giorno: il rilascio di una garanzia fidejussoria al Consorzio Strade Vicinali Ghirlanda -Schiantapetto per la manutenzione del tratto di strada Ghirlanda –Montebamboli. I consiglieri Daniele Brogi della Lega e Alessandro Giuliani del gruppo repubblicano hanno infatti espresso voto contrario mentre Mazzinghi si è astenuto. Astenuto anche il vice sindaco Maurizio Giovannetti, ex presidente del Consorzio per una questione di opportunità politica, dopo le polemiche scatenate da una parte della minoranza.

“Da tutta questa vicenda – ha commentato il sindaco – si deduce la differenza fra chi le cose le vuol fare per dare risposte ai cittadini e migliorare il paese e chi invece vuole fare solo ostruzionismo e sterile demagogia politica, attaccandosi a questioni di lana caprina: al di là di quelle infatti, il Consorzio e i cittadini hanno bisogno della sistemazione delle strade e la minoranza ha già causato con questo atteggiamento un notevole ritardo. Ora è il momento di andare avanti e realizzare la riqualificazione della zona. Del resto l’Amministrazione è qui per dare risposte concrete non per fare auto propaganda politica”.

Commenti