Torna il Grey Cat Festival: full immersion tra musica, natura e territorio. Il programma

GROSSETO – Inizia il 26 luglio la quarantesima edizione di Grey Cat Festival, una nuova e appassionante maratona musicale nei luoghi più belli della Maremma Toscana, tra grandi e piccoli centri, teatri, piazze, castelli, ex spazi industriali. Una full immersion tra musica, natura e territorio.

Nonostante le fortissime limitazioni imposte dall’emergenza Coronavirus, Grey Cat festival non farà mancare la sua presenza nell’estate 2020 con il suo programma ricco ed articolato che, a partire dal 26 luglio, toccherà vari centri di ben tre province (Grosseto, Pisa e Livorno) con una produzione originale, tantissimi giovani emergenti ed il meglio del jazz italiano. Un modo per festeggiare i suoi primi 40 anni di attività forse più contenuto rispetto ad i progetti iniziali ma ugualmente ricco di idee e protagonisti.

Come tutte le manifestazioni di questa estate, anche Grey Cat ha dovuto rinunciare alla presenza degli artisti internazionali (erano inizialmente previste alcune presenze molto importanti) a causa delle limitazioni agli spostamenti tuttora in vigore. Nonostante ciò siamo lieti di ospitare il leader dei seguitissimi Snarky Puppy Michael League con un progetto in duo, mentre segnaliamo, insieme ad Ada
Montellanico, la presenza di Michel Godard, grande virtuoso della tuba.

“Cogliamo anche l’occasione – spiegano dal festival – per una vetrina ancora più esaustiva di quanto di interessante ha prodotto il jazz italiano con i suoi fuoriclasse, a partire dal progetto speciale per gli 80 anni di Enrico Rava, fino alla produzione originale con Stefano Cantini e Enrico Pieranunzi, Danilo Rea, Mauro Ottolini, Maria Pia de Vito, Paolo Damiani, Ada Montellanico, fino ai più giovani Michelangelo Scandroglio, Simone Graziano, Alessandro Lanzoni ed a vocalist quali la giovanissima Serena Brancale e la recente vincitrice di due Targhe Tenco Tosca. Il programma che annunciamo non è definitivo, attendiamo nei prossimi giorni alcune
conferme importanti che arricchiranno ancora la programmazione di questa quarantesima edizione”.

“Anche quest’anno l’edizione del Grey Cat jazz festival sarà un appuntamento importante delle serate estive della Maremma – dichiara il direttore artistico Stefano Cantini -. Non era scontato, ma grazie al senso civico di amministratori illuminati, la 40esima edizione volerà alto. Il mio pensiero va anche a quei comuni che quest’anno non ce l’hanno fatta, non certo per loro volontà e che ritroveremo presto. Buona
musica”.

“Grey Cat Jazz Festival, storica kermesse musicale maremmana, giunge con il 2020 alla 40esima edizione – afferma Alessandro Tortorella, commissario prefettizio del Comune di Follonica -. Nonostante il periodo di emergenza, grazie all’impegno dell’Amministrazione Comunale, del direttore artistico Stefano Cantini, della Scuola comunale di musica e dell’organizzazione curata dall’Associazione Music Pool, il festival propone un cartellone prestigioso e internazionale. Soprattutto è con immenso piacere che, tra gli altri, accogliamo a Follonica Enrico Rava, trombettista tra i migliori al mondo, che ha scelto la nostra città per festeggiare in musica i
suoi 80 anni”.

“Ospitare la rassegna Grey Cat nella Rocca Pisana ha quest’anno un valore ancora più alto – spiega l’assessore al Turismo del Comune di Scarlino, Silvia Travison –. Solo poche settimane fa non sapevamo se e quando avremmo potuto partecipare a un concerto, la routine aveva lasciato il posto a una grande incertezza e al timore. Nonostante tutto però, anche in questa estate atipica, riusciremo a vivere momenti di svago all’interno della Rocca Pisana e la musica, con il suo grande potere comunicativo, saprà portarci lontano, trasportandoci oltre quanto accaduto all’inizio del 2020. L’Amministrazione comunale è quindi orgogliosa di poter offrire a residenti e turisti i concerti di Serena Brancale e Tosca, due voci uniche nel panorama musicale italiano e non solo. La collaborazione con Gray Cat ci permette di mantenere alta la qualità degli eventi, promuovendo la Rocca pisana come palcoscenico di grande charme”.

“Il Comune di Grosseto è pronto ad accogliere di nuovo con gioia la storica rassegna jazz che porta sul nostro territorio la grande musica di qualità – afferma il vicesindaco e assessore alla Cultura di Grosseto, Luca Agresti -. Un ringraziamento va a chi lavora instancabilmente ripensando gli eventi culturali in funzione dell’attuale situazione Covid-19, permettendo la buona riuscita di Festival importanti come il Grey Cat, che tanto dà in termini di emozioni e di valorizzazione delle radici della musica”.

Domenica 26 luglio, ore 21:30, Piazza D’Annunzio, Suvereto, il primo concerto della nuova stagione: Jazzology, con Piero Frassi, Nico Gori e Andrea Beninati. Jazzology propone una rivisitazione rispettosa di alcuni dei brani più significativi composti dal maestro Petrucciani alternati ad alcuni standards adattati e arrangiati in versione Organ Trio. Una sonorità che oscilla tra il jazz, la musica classica e qualche incursione elettrica.

Dal 29 luglio al 5 agosto, in programma sei appuntamenti a Follonica. Mercoledì 29 luglio, ore 21:30 al Teatro all’aperto Le Ferriere, il
duo di Bill Laurance e Michael League. Partner musicali e grandi amici da oltre 15 anni, Michael League (Snarky Puppy, Bokanté,
GroundUp Music) e Bill Laurance (Solo artist, Snarky Puppy, Flint Music) sono uniti da un legame fortissimo. Per la prima volta, presenteranno brani dai loro reciproci repertori attraverso un’intima formazione in duo.

Sabato 1 agosto, ore 21:30, il Chiostro della Fonderia Leopolda, ospita un nuovo concerto del giovane talento Michelangelo Scandroglio
che presenta il suo nuovo album The Eyes of the Whale mentre domenica 2, quello della ListeNew BAND di Paolo Damiani, un concerto che propone un ascolto nuovo, diverso, più attento agli altri e al pubblico come condizione prima del fare musica insieme, imparando a seguire le
proposte altrui, a contrastarle, a rilanciare nuove intuizioni.

Lunedì 3 agosto, ore 21:30 al Teatro all’aperto Le Ferriere, Follonica, Enrico Pieranunzi e Stefano Cantini, direttore artistico del festival, presentano Waltz for Evans un progetto originale a cura di Grey Cat Festival ed Iseo Jazz.  A quarant’anni dalla scomparsa di Bill Evans, un omaggio al grande pianista americano in un articolato spettacolo nel quale lettura e musica si intrecciano in un corpo unico. Enrico Pieranunzi e Stefano Cantini formano un duo di commovente lirismo e senso poetico, con il quale affrontano le composizioni evansiane. La musica si intreccia ai testi appositamente scritti da Maurizio Franco e da lui stesso letti. Il giorno successivo, martedì 4 agosto, Enrico Pieranunzi sarà protagonista di un incontro aperto al pubblico e dedicato al mondo della musica jazz partendo dalla propria esperienza personale.

Sempre martedì 4 agosto, alle ore 21.00 al Chiostro della Fonderia Leopolda di Follonica, la splendida voce di Ada Montellanico con WeTuba. Da anni, la cantante e compositrice tra le più importanti e originali del panorama italiano, nelle sue varie formazioni predilige gli ottoni, strumenti dalle sonorità verso cui nutre una particolare attrazione e affinità. Al suo fianco Michel Godard, uno dei più importanti e straordinari tubisti e unico in assoluto suonatore di serpentone e tre musicisti che rappresentano il giovane jazz italiano, Simone Graziano al pianoforte, Francesco Diodati alla chitarra e Francesco Ponticelli al contrabbasso. In apertura, il pianista Simone Quatrana in un concerto nel quale esplora le possibilità espressive del proprio strumento unendo tradizione jazzistica afro-americana e improvvisazioni libere da schemi e stilemi. (Gruppo selezionato nell’ambito del Bando NuovoIMAIE)

Mercoledì 5 agosto, al Teatro all’aperto Le Ferriere, una nuova tappa di Rava Special Edition, lo speciale progetto di Enrico Rava che festeggia i suoi ottant’anni con una straordinaria band formata da Gianluca Petrella, Francesco Bearzatti, Francesco Diodati, Giovanni Guidi, Gabriele Evangelista e Enrico Morello per rivisitare i brani più significativi della sua carriera, rivisti in un’ottica odierna ed interpretare nuove composizioni scritte per questa occasione.

Il programma dell’edizione 2020 si sposta a Castelnuovo Val Di Cecina dove, venerdì 7 agosto, presso Piazza Matteotti, Ottovolante,
l’orchestra guidata da Mauro Ottolini, regalerà al pubblico una serata tutta dedicata al grande swing italiano, con arrangiamenti originali di composizioni diventate veri e propri standard che hanno fatto la storia della musica. Da Renato Carosone a Fatima Robin’s con una
particolare attenzione a Fred Buscaglione nel 60° anniversario della sua scomparsa.

Domenica 9 agosto e martedì 11 agosto, due concerti al Castello di Scarlino con due delle più interessanti voci del panorama musicale italiano: Serena Brancale presenta il suo Vita d’Artista, album ironico, romantico che rappresenta il fil rouge della sua musica, sempre a
cavallo tra pop e jazz. (questo concerto fa parte di “Programmazione Puglia Sounds Live 2020/2021”); una nuova tappa del viaggio Direzione
Morabeza, attraverso il quale Tosca presenta al suo pubblico l’ultimo album, risultato di un percorso di ricerca, passione e ascolto per le grandi scuole musicali che senza confini popolano il nostro pianeta.

Mercoledì 12 agosto ci spostiamo al Forte di San Rocco di Grosseto con Maria Pia De Vito e il suo Dreamers, una collezione di canzoni di icone del songwriting americano, poeti e lucidi sognatori che dagli anni sessanta ad oggi hanno saputo emanare produzioni musicali di grande bellezza. Il concerto sarà in collaborazione con San Rocco Festival promosso dal Comune di Grosseto e da Pro Loco Marina di Grosseto e Principina a Mare, con la direzione artistica di Giorgio Zorcù e l’organizzazione di Stefano Frosolini.

Venerdì 14 agosto, Danilo Rea torna al Grey Cat Festival con un concerto in piano solo in Piazza D’Annunzio a Suvereto. Il pianista trova nella dimensione del solo il momento ideale per dare forma al proprio universo espressivo e al suo talento naturale per l’improvvisazione. Un
concerto fatto di idee varie e di capisaldi del jazz, passando per le canzoni italiane fino alle arie d’opera.

Il Festival conferma il suo impegno nel territorio con le visite guidate ai luoghi degli spettacoli e la presenza dei prodotti tipici. La vocazione
multidisciplinare di Grey cat sarà inoltre testimoniata dalla attenzione alla fotografia (il 1 agosto Giuseppe Cardoni presenterà il suo libro fotografico Jazz Notes) mentre è in cantiere un nuovo progetto dedicato all’arte contemporanea seguito dal gruppo PMB2.

Continua l’impegno di Grey Cat Festival per la formazione, in collaborazione con la scuola di musica Bonarelli di Follonica. Per il 2020 il workshop è previsto per martedì 4 agosto, dalle 10:30 alle 12:30 (presso il Teatro Fonderia Leopolda di Follonica) ed avrà come protagonista Enrico Pieranunzi. Prenotazioni: sg6556@gmail.com

Da questo 2020 Grey Cat Festival, insieme a Travel Today – Tour Operator ufficiale del Parco delle Colline Metallifere, propone un’offerta che coniuga musica e turismo con una scelta tra diverse proposte che comprendono spettacoli, pernottamento, degustazioni, visite guidate. La formula più estensiva propone anche trekking e visite ai siti archeologici. Informazioni: www.visitmaremma.netinfo@visitmaremma.net
333.8121542

Grey Cat Festival è promossa dalle amministrazioni comunali della Provincia di Grosseto, Pisa e Livorno (Follonica, Scarlino, Grosseto, Roccastrada, Castelnuovo Val di Cecina, Castiglione della Pescaia, Suvereto).

L’organizzazione e la gestione del festival è curata dalla Associazione Music Pool, la direzione artistica da Stefano “Cocco” Cantini. Tra i contributi più importanti ricordiamo il Mibact e la Regione Toscana e le collaborazioni di Parco Nazionale delle Colline Metallifere Toscane, Pro Loco di Follonica, Scuola Comunale di Musica Bonarelli di Follonica, PMBquadro, Pro Loco Marina di Grosseto e Principina a Mare, Associazione Alfio Benincasa di Castelnuovo Val di Cecina, Travel Today – Tour Operator.

Commenti