#Toscana2020: sfida a quattro per la Regione. Ecco anche i candidati per il Consiglio: primi nomi

GROSSETO – Sfida a quattro per la Regione. Si presenta così, per il momento, la corsa alla presidenza della Toscana. Ad oggi infatti ci sono già quattro candidati presidente ufficiali: sono Eugenio Giani per il centrosinistra (Pd, Italia Viva, liste civiche), Susanna Ceccardi per il centrodestra (Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia), Irene Galletti per il Movimento 5 Stelle, Tommaso Fattori per Toscana a Sinistra.

La campagna elettorale partirà ufficialmente il prossimo 5 agosto (45 giorni prima del voto che è fissato per domenica 2o e lunedì 21 settembre), ma già adesso i candidati presidente sono in campo con le loro proposte in giro per la Toscana. Più indietro invece è la definizione delle candidature per il consiglio regionale. In provincia di Grosseto ogni lista che sarà presente sulla scheda elettorale potrà contare su quattro candidati, due uomini e due donne. Le legge elettorale infatti prevede la presenza di candidati di genere diverso e la possibilità di esprimere due preferenze purché di genere diverso.

E mentre i partiti si stanno confrontando cercando le soluzioni migliori da presentare agli elettori, qualcosa già si è mosso. Due sono i nomi su cui si può già essere sicuri. Nel Partito democratico uno dei candidati sicuri sarà Leonardo Marras, consigliere uscente e attuale capogruppo Pd in consiglio regionale. Marras gode della fiducia del suo partito che gli ha riconosciuto un impegno importante in questi cinque anni a Firenze. Per il resto, come confermato anche dal segretario provinciale Giacomo Termine, «la lista sarà completata entro la metà del mese di luglio».

Dall’altra parte dello schieramento, nel centrodestra, l’altra candidatura, certa al 99,9%, è quella di Andrea Ulmi. Il segretario provinciale della Lega sarà uno dei quattro candidati, mentre gli altri, un uomo e due donne, dovrebbero essere tutti figure istituzionali importanti. Tra le donne non è escluso che in corsa ci sia anche Francesca Travison, prima cittadina di Scarlino e ultima in ordine di tempo tra i sindaci a prendere la tessera del Carroccio in Maremma.

Nel Movimento 5 Stelle da tempo ci sono già indicazioni sui candidati: tra i capolista ci dovrebbe essere Luca Giacomelli a Grosseto. Per Italia Viva, che oggi “festeggia” l’arrivo di Matteo Renzi in Maremma (presenta il suo libro a Marina di Grosseto), tra i candidati papabili, secondo le ultime indiscrezioni, c’è il nome di Rinaldo Carlicchi, coordinatore provinciale e capogruppo in consiglio comunale a Grosseto.

Tornando al centrodestra anche in Fratelli d’Italia, dato in forte crescita negli ultimi sondaggi e destinato a diventare il secondo partito della coalizione che sostiene Ceccardi, si pensa a mettere in campo i “pezzi da novanta” del partito. Tra i nomi probabili quello di Fabrizio Rossi, coordinatore provinciale e assessore a Grosseto, ma anche quello della collega di giunta Simona Petrucci (assessore all’ambiente di Grosseto) e dell’assessore di Orbetello Luca Minucci. Anche in Forza Italia si lavora per presentare una squadra all’altezza della sfida della Toscana: il partito di Grosseto infatti conta già su due parlamentari Elisabetta Ripani e Roberto Berardi e per le candidature potrebbe impegnarsi in prima persona anche il coordinatore provinciale Sandro Marrini.

Restano da definire le candidature delle liste civiche e di sostegno diretto ai candidati presidente. Il termine per la presentazione delle candidature scade il 20 agosto, ma è ipotizzabile che ci si muova molto prima vista la campagna elettorale anomala e concentrata tutti in piena estate.

Commenti