Poste aperte a giorni alterni, Scapin: «Cosa ha intenzione di fare il sindaco?»

GAVORRANO – La capogruppo del Movimento Gavorrano Bene Comune Patrizia Scapin ha presentato un’interrogazione al sindaco di Gavorrano Andrea Biondi relativa alla situazione dell’ufficio postale del capoluogo, dove sono mantenuti ancora gli orari a giorni alterni applicati durante il periodo di chiusura a causa dell’emergenza sanitaria.

“Visto che – si legge nel testo dell’interrogazione -:

dopo oltre un mese dalla riapertura degli Uffici postali nel Comune di Gavorrano, rileviamo che nell’ufficio di Gavorrano Capoluogo non è ancora stato riattivato il normale orario di apertura precedente alla chiusura a causa della pandemia Covid 19;

ad oggi il suddetto ufficio mantiene l’orario di apertura ridotta a giorni alterni (lunedì-mercoledì-venerdì);

da una verifica degli orari sul sito di Poste Italiane risulta che l’orario ridotto sarà mantenuto anche per i mesi di luglio e agosto;

l’ufficio di Gavorrano è un punto di riferimento importante non solo per i cittadini del capoluogo, in gran parte anziani e con limitate possibilità di spostamento, ma anche per i cittadini di Ravi, dove l’ufficio postale è aperto un solo giorno a settimana, e inoltre per gli abitanti di Filare e di Bagno di Gavorrano che si rivolgono a questa struttura in caso di affollamento dell’ufficio di Bagno;

interroghiamo il sindaco per sapere:

se Poste Italiane ha comunicato una data certa per l’effettivo ritorno alla normalità nelle aperture dell’ufficio postale di Gavorrano capoluogo, oppure se intende mantenere anche in seguito il servizio ad orario ridotto;

se il sindaco è a conoscenza delle scelte di Poste Italiane e come intende muoversi nei confronti di questo ente.

Invitiamo il sindaco – conclude – a prendere atto di quanto richiesto ed a riferire con risposta scritta in Consiglio Comunale”.

Commenti