Ospedale, Pd: «Si riapra velocemente il reparto ancora chiuso e si punti sulla riabilitazione»

CASTEL DEL PIANO – “L’ospedale di Castel del Piano è da troppo tempo mancante di un pezzo importante, un reparto che, completamente ristrutturato, è pronto per essere riaperto da tempo. Oggi sappiamo che l’Asl vuole finalmente renderlo fruibile, ma non crediamo che sia conveniente aprirlo solo per aumentare i posti riservati alle cure intermedie”.

A parlare Federico Badini, segretario dell’Unione comunale Pd di Castel del Piano, intervenendo su uno dei temi caldi in Amiata: l’ospedale di Castel del Piano.

“La notizia che l’Asl abbia finalmente deciso di riaprire la parte dell’ospedale di Castel del Piano che era ancora chiusa, aumentando i posti letto del plesso, non può che farci felici, ma ora servono notizie certe – continua Badini -. Perché puntare ancora solo sulle cure intermedie invece che sulla riabilitazione, sul garantire posti per la degenza acuti o sulla geriatria? Quali sono i tempi della riapertura? Noi, i dipendenti e tutti gli utenti dell’ospedale, ci aspettiamo risposte sicure.

Il Pd di Castel del Piano, insieme al Coordinamento Pd dell’Amiata Grossetana, da tempo era tornato a concentrarsi sulla situazione del presidio ospedaliero dell’Amiata e su quella della sanità in montagna in generale. Tra le varie proposte, spinti dalle osservazioni dei cittadini e di chi lavora in ospedale, c’era proprio la necessità di riaprire quanto prima il reparto ancora chiuso nonostante fosse stato ammodernato in tempi recenti.

L’ospedale di comunità, e con esso i posti riservati alle cure intermedie, è già una realtà importante nel plesso amiatino, forse converrebbe concentrarsi su altre criticità. Oltre a questo c’è da lavorare su altre questioni: la presenza dell’anestesista, la possibilità di ripartire con operazioni in day surgery, e altro, senza perdere l’auspicio che i servizi interrotti per emergenza Covid ancora in atto tornino ad essere efficienti e a pieno regime per dare risposte alle necessità dei cittadini.

La soddisfazione di vedere finalmente riaperto il reparto si scontra con cosa ne verrà fatto. Nei documenti che abbiamo scritto abbiamo sottolineato l’importanza di dare precedenza alla riabilitazione, alla geriatria, se non altro perché il principale bacino d’utenza è quello degli anziani. Saranno di sicuro proposte opinabili, ma non ci sembra che aggiungere altri posti per le cure intermedie sia l’unica cosa da fare. Confidiamo che l’Asl avvierà una riflessione in merito.

Il Pd di Castel del Piano non mollerà la presa su questo ed altri temi – conclude Badini – e rinnova la sua volontà ad un dialogo ampio e condiviso con tutti coloro che hanno qualcosa da dire, esperienze da portare, sulla questione della sanità in Amiata”.

 

Commenti