Omicidio-suicidio: la moglie non si è ancora svegliata. Viva perché il marito l’ha creduta morta fotogallery

Più informazioni su

GROSSETO – Non si è ancora svegliata Carla Guidarelli, 60 anni, la donna rimasta gravemente ferita nella propria abitazione nella zona della rugginosa, a Grosseto. La stessa dove è morto il marito, Oris Orazioli 64 anni. Sarà il referto medico a stabilire con cosa sia stata colpita alla testa. La donna è ancora ricoverata in ospedale, ieri è stata operata e le sue condizioni restano gravi.

L’uomo, ex vigile di quartiere, è stato ucciso da un colpo di pistola che si sarebbe autoinferto. Mentre la donna potrebbe essere stata colpita con un corpo contundente. Sarebbe stata la stessa donna, risvegliatasi dopo essere svenuta, a chiamare i figli, confusa, e a dare l’allarme.

Il marito, Oris Orazioli l’avrebbe colpita e poi, credendola morta, si sarebbe tolto la vita. Difficile capire cosa possa aver scatenato la furia cieca dell’uomo.

Sono stati i figli a trovare il padre morto e la madre in fin di vita, e a dare l’allarme chiamando il 118.

Più informazioni su

Commenti