Coronavirus, Tari: posticipo scadenze ed esenzione totale per le attività più colpite dall’emergenza

Più informazioni su

CIVITELLA PAGANICO – La giunta comunale di Civitella Paganico ha deciso di adottare delle misure straordinarie relativamente alla riscossione della Tari (tassa sui rifiuti) per sostenere le famiglie e le attività produttive locali in questo momento di forte criticità a causa dell’emergenza sanitaria.

Per le attività produttive più colpite, ovvero quelle rimaste chiuse a causa del Covid19 – ad eccezione di banche e istituti di credito, farmacie, edicole, tabaccai, supermercati, rivendite di pane e pasta, macellerie, salumi e formaggi –, è prevista, per l’anno 2020, l’esenzione totale dal pagamento della Tari. L’agevolazione per un importo pari a quello dovuto dalle attività per l’anno 2020, quantificato presuntivamente in 80mila euro, sarà a totale carico del bilancio comunale.

Inoltre, per agevolare in via eccezionale il pagamento della Tari per i cittadini e le attività produttive non esenti, tutte le rate del 2020 (comprese quelle con scadenza al 30 giugno e al 31 luglio) potranno essere posticipate al 30 dicembre 2020 senza alcun aggiuntivo di mora per ritardato pagamento. Dunque, in questi casi, la Tari potrà essere saldata in tre rate o in soluzione unica, a discrezione del contribuente, entro il termine ultimo del 30 dicembre 2020.

Le misure straordinarie in materia contributiva saranno proposte al Consiglio comunale per l’approvazione alla prossima seduta utile.

Più informazioni su

Commenti