600 euro di multa per chi abbandona rifiuti a Cala Violina. Sanzioni a chi fuma

SCARLINO – Il sindaco di Scarlino, Francesca Travison, ha firmato un’ordinanza per disciplinare i comportamenti dei frequentatori di Cala Violina. Non è previsto solo il divieto di abbandonare rifiuti: d’ora in poi sulla spiaggia non sarà più consentito fumare o gettare mozziconi, portare cani o passeggiare a cavallo, così come campeggiare o accendere fuochi. Per chi non rispetta le regole, le sanzioni arrivano fino a mille euro.

«Non sono più tollerabili atteggiamenti privi di senso civico e rispetto nei confronti di uno dei patrimoni più preziosi del nostro Comune e della Toscana – spiega il sindaco Travison –. Chi frequenta Cala Violina deve rispettare norme ben precise affinché la riserva naturale sia sempre tutelata e conservata nel migliore dei modi. Servono educazione e rispetto: qualora venissero a mancare, saremo costretti a comminare sanzioni».

Le multe per chi abbandona rifiuti vanno da 50 euro per oggetti di piccole dimensioni (come fazzoletti e gomme da masticare) a 100 euro per mozziconi (50 euro se si fuma in spiaggia) e altri articoli per il fumo, fino a 600 euro per chi lascia sacchetti con l’immondizia sulla spiaggia o nella riserva naturale. Non è consentito passeggiare con i cavalli sulla spiaggia: per chi non rispetterà il divieto è prevista una sanzione di 500 euro. Anche i cani o altri animali non possono entrare a Cala Violina: in questo caso la multa è di 50 euro. Se si campeggia dentro la riserva naturale invece si rischia una multa da mille euro. Sanzione di 500 euro se si accendono fuochi.

«Facciamo nuovamente appello al senso civico dei cittadini – conclude il sindaco Travison –. Già sarà un’estate diversa dal solito a causa dell’emergenza sanitaria: dobbiamo tutti assumere atteggiamenti rispettosi nei confronti degli altri e della natura che ci circonda». Le disposizioni, fatta eccezione per il fumo e per l’accesso di animali che si riferisce solo alle spiagge, sono estese a tutta la zona delle Costiere cioè al territorio boschivo ad ovest della strada provinciale 158 delle Collacchie, fra il Puntone e la strada vicinale di Pian d’Alma – Civette. Sono escluse le proprietà private.

Commenti