Infermieri e oss a casa dopo emergenza Covid, Marras «Errore ammesso da Asl, basta strumentalizzazioni»

Più informazioni su

GROSSETO – “Decidere di non confermare gli infermieri interinali è stata una scelta sbagliata, perché improvvisa e senza alcuna offerta di alternativa”.

Così Leonardo Marras, capogruppo Pd Regione Toscana, commentando la decisione di Asl di non rinnovare i contratti degli infermieri interinali assunti per gestire l’emergenza Covid.

Il direttore generale Antonio D’Urso ha già spiegato bene cosa farà, recuperando l’errore sugli interinali e disponendo assunzioni a tempo indeterminato rispetto al fabbisogno dei servizi – prosegue Marras –, nonostante questo non si è persa l’occasione per strumentalizzare la vicenda attaccando, ovviamente, la Regione e chiedendo spiegazioni giusto un giorno dopo che erano state fornite, come nel caso della Lega e, ancora più in ritardo, del sindaco di Castel del Piano, a dimostrazione, ancora una volta, del fatto che l’attenzione non è tanto al merito delle cose quanto alla possibilità di specularci sopra”.

“Occuparsi di sanità pubblica è affrontare la complessità e non tirare colpi in aria, vezzo invece di un certo populismo anche nostrano – continua ancora –. Personalmente auspico che alle dichiarazioni del direttore seguano immediatamente i fatti: non si può gestire una fase così delicata di riorganizzazione con colpi improvvisi e senza un’adeguata programmazione. Invito anzi a presidiare di più queste situazioni ed anche a valutare con maggiore attenzione chi guida quei dipartimenti e non si accorge per tempo degli effetti”.

“Inoltre, gli infermieri interinali sono concentrati per lo più negli ospedali di base e anche questo non va bene – va avanti -. In questi mesi sono stati fondamentali per coprire turni straordinari come quelli al check point degli ospedali per misurare la febbre agli utenti o alle tende del pre-triage per fare filtro al pronto soccorso, ma lo sono e lo saranno anche, ad esempio, per fare fronte alle ferie delle prossime settimane”.

“Negli ultimi anni – conclude Marras – abbiamo invertito la tendenza delle assunzioni in sanità e, solo in questi mesi, nell’Asl Toscana sud est sono stati assunti 471 infermieri, di cui 137 a Grosseto, e il piano per nuovi reclutamenti prosegue”.

Più informazioni su

Commenti