Un ricordo delle 23 vittime del Coronavirus in Maremma

GROSSETO – Sono arrivate a 23 le vittime del Coronavirus in Maremma. Le ultime due persone sono morte ieri, un uomo e una donna che vivevano in provincia di Grosseto da anni.

Il primo a lasciare i propri cari era stato Onorio Ore, 87 anni di Scansano, morto il 19 marzo (LINK). Dopo di lui Rizieri Ceccarelli, 79 anni, imprenditore follonichese (LINK). La terza vittima è stata Federigo Tozzi, 86 anni, di Grosseto (LINK). Poi la prima donna, Leonora Cerboneschi, 91 anni di Monterotondo Marittimo, morta il 29 marzo (LINK). Bruno Bassi 79 anni di Grosseto (LINK) morto il primo aprile assieme a Olesia Pimpinelli, 73 anni di Braccagni, nel comune di Grosseto; sono stati la quinta e sesta vittima (LINK). Diana Franceschelli 83 anni di Arcidosso è morta il 3 aprile (LINK). Giovanni Nannipieri, 90 anni, medico in pensione di Grosseto è stata l’ottava vittima, è morto il 4 aprile (LINK). Era ricoverato in terapia intensiva. Dopo di lui Silvana Cirri, 86 anni di Monterotondo Marittimo (LINK). Lido Cerri 84 anni di Grosseto è stata la nona vittima (LINK). Dopo di lui Ila Canocchi, 95 anni, di Sasso d’Ombrone, nel comune di Cinigiano, morta il 7 aprile (LINK). Edoardo Verni, 86 anni, di Grosseto è morto invece al Misericordia l’8 aprile ed è stata la 12esima vittima. La 13esima è stata Sergio Bronzoni, 69 anni, di Monterotondo Marittimo (LINK). Dopo di lui Silvana Costanzo, 87 anni, residente all’Argentario morta l’11 di aprile (LINK), mentre la 15esima e 16esima vittima sono stati una donna di 91 anni, Leda Del Lesto, e un uomo di 78 anni, Ivo Sabatini, del comune di Grosseto (LINK). La 17esima vittima è un uomo di 88 anni. Si chiamava Oliviero Guidantoni, e viveva a Saturnia, nel comune di Manciano (LINK). La 18esima e 19esima vittime erano invece entrambe tra i ricoverati dell’ospedale di Pitigliano, e si chiamavano Mirella Gubernari 86 anni (LINK), e Sergio Ribichini 69 anni (LINK) entrambi residenti a Sorano. Il 20esimo è stato Roberto Brandolini, 73 anni, pensionato (LINK) residente a Grosseto. Antonia Mazzone, 89 anni (LINK) è stata la 21esima vittima. Infine Annunziata Papini 96 anni, ex ostetrica, ospite della Rsa Pizzetti di Grosseto e Naim Zebeli 71 anni originario dell’Albania e residente a Paganico da 20 anni dove viveva con la famiglia (LINK).

Il tributo più pesante è stato pagato come è ovvio dal comune di Grosseto, con undici vittime, ma anche il piccolo Monterotondo Marittimo ha avuto tre morti. Due invece Arcidosso e altrettanti a Sorano, e infine una vittima rispettivamente a Follonica, Scansano, Cinigiano, Manciano e Civitella Paganico.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 28,1 x100.000 residenti contro il 55,4 x100.000 della media italiana (11° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (77,0 x100.000), Firenze (38,2 x100.000) e Lucca (34,8 x100.000), il più basso a Grosseto (10,4 x100.000).

Commenti