Maggioranza: «La minoranza mistifica la realtà dei fatti»

Più informazioni su

SCARLINO – “Rimaniamo sconcertati dalle dichiarazioni delle minoranze, ad esclusione del consigliere comunale di Fratelli d’Italia Paolo Raspanti, del Comune di Scarlino”.

A scriverlo, in una nota, Scarlino può, gruppo di maggioranza all’interno del Consiglio comunale.

“Capiamo che il loro tasso di popolarità e gradimento tra la popolazione abbia raggiunto il minimo storico – proseguono dalla maggioranza -, ma è alquanto inquietante la loro volontà di mistificare la realtà dei fatti. Ecco perché invitiamo tutti i cittadini ad ascoltare le registrazioni delle sedute di Consiglio comunale che possono trovare sul canale YouTube del Comune di Scarlino.

Gli scarlinesi capiranno così che sono stati i consiglieri comunali Roberto Maestrini e Marcello Stella a costringere il sindaco a convocare una nuova assemblea per discutere lo stralcio al Piano operativo – tra l’altro redatto dall’Amministrazione Stella. Nonostante gli ulteriori giorni concessi per visionare la documentazione, i consiglieri comunali hanno dimostrato completa impreparazione sul tema urbanistico, scarsa conoscenza del territorio, e totale assenza di motivazioni reali per criticare le nostre proposte.

Hanno concentrato la loro attenzione sui 900 metri quadrati destinati ad attività commerciali che sono stati eliminati, ma non hanno menzionato la riduzione di quasi 4mila metri quadrati destinati a nuove residenze e il grande incremento di verde pubblico attrezzato.

Hanno parlato in modo dispregiativo delle nostre previsioni definendole la ‘Salciaina di Scarlino’. Affermazione, oltre che errata, anche offensiva per tutti coloro che abitano e lavorano nel quartiere follonichese e denigrante per l’intera Follonica. Ricordiamo come il quartiere di Salciaina è stato fortemente voluto dalle amministrazioni di sinistra che hanno governato il comune follonichese.

Vogliamo anche tranquillizzare i consiglieri comunali riguardo la nuova viabilità del Puntone: la sua realizzazione è sempre più vicina e la firma del Protocollo d’intesa – definito una bozza da una parte della minoranza – rende sempre più reali i nostri progetti, che sono stati rallentati solo ed esclusivamente a causa dell’emergenza sanitaria. Purtroppo ci hanno preceduto 20 anni di immobilismo totale e stiamo lavorando senza sosta per recuperare il tempo perduto e sprecato da chi prima di noi ha amministrato Scarlino.

Ancora si mistifica la realtà nel momento in cui si fanno passare le manovre tributarie attuate dall’attuale Amministrazione comunale come frutto dei suggerimenti di chi sta all’opposizione: eppure avevamo anticipato chiaramente in sede di Consiglio comunale che le scadenze Tari sarebbero state rimandate dopo il primo rinvio di un mese.

Invitiamo inoltre i consiglierei comunali a prestare maggiore attenzione alle comunicazioni e alla consegna dei documenti per il legittimo accesso agli atti: le mail, lo ricordiamo, arrivano via pec ai loro indirizzi di posta istituzionali. È inaccettabile che venga denigrato il lavoro degli uffici e dei dipendenti comunali a causa della loro negligenza nello svolgere il ruolo istituzionale che ricoprono.

Nei prossimi giorni – concludono dalla maggioranza – forniremo dettagli più precisi su tutti gli interventi che riguarderanno il nostro territorio, andando a toccare tutti gli argomenti su cui questa Amministrazione comunale sta lavorando, così magari stavolta le opposizioni capiranno meglio i nostri progetti”.

Più informazioni su

Commenti