Slittamento Tari, Bonifazi e Destri: «Accolte le nostre richieste»

 

SCARLINO – La recente notizia diramata dall’Amministrazione comunale di Scarlino che attesta il differimento della Tari al 30 settembre non può che farci felici, dicono i consiglieri Emilio Bonifazi e Guido Mario Destri del Gruppo consiliare Per Scarlino.

L’adozione di tale provvedimento, peraltro già annunciato nell’ultimo consiglio comunale, significa che le richieste avanzate dal nostro Gruppo sin dall’ormai lontano 11 marzo non erano utopistiche e che, con volontà, si poteva fare qualcosa per gli operatori commerciali e per la popolazione scarlinese.

Nella mozione presentata in tale data, ricordano Bonifazi e Destri, chiedevamo l’esonero dal pagamento della Tosap, il differimento dei tributi locali e la sospensione della tassa di soggiorno per l’anno 2020

Adesso che provvedimenti statali hanno agevolato il lavoro dell’Amministrazione comunale fornendo strumenti per l’approvazione delle nostre prime due richieste ci aspettiamo che la Sindaca e la sua Giunta sospendano la Tassa di soggiorno cosi come richiesto insistentemente dal Gruppo Per Scarlino non fosse altro per uniformarsi a quanto già fatto da Amministrazioni limitrofe quali Piombino e Grosseto (entrambe peraltro a guida centrodestra come Scarlino!) nonché Castiglione della Pescaia.

Non crediamo, insistono Emilio Bonifazi e Guido Mario Destri,  che quanto affermato in Consiglio comunale, cioè che gli operatori turistici avrebbero richiesto il mantenimento di tale imposta, corrisponda a verità, principalmente per due motivi. Primo perché i molti operatori turistici da noi contattati hanno espresso contrarietà al mantenimento di detta imposta per l’anno 2020, secondo perché ciò rappresenterebbe un motivo di evidente “contro competitività” rispetto a località a noi vicine e limitrofe che non sono gravate da tale tributo.

Il Decreto Legge 34 del 19/5/2020, ricorda il Consigliere Destri, con la rinegoziazione dei mutui della Cassa Depositi e Prestiti ha liberato risorse per i Comuni, oltre € 104.000 per Scarlino, da destinarsi anche al mancato introito della Tassa di soggiorno.

Commenti