Coronavirus, opposizione: «Servono misure economiche urgenti. Si convochi il consiglio comunale»

Più informazioni su

MANCIANO – «Stiamo affrontando la fase della ripartenza nella piena consapevolezza delle difficoltà che riscontrano le persone, quindi con senso di responsabilità sollecitiamo nuovamente il sindaco Mirco Morini a convocare il consiglio comunale» chiede il gruppo di minoranza Tradizione e Futuro.

«Servono misure economiche urgenti per il rilancio di Manciano ed il grave ritardo che si sta manifestando, rischia di creare un danno ai cittadini, che ormai da settimane attendono una risposta da parte dell’amministrazione comunale. Il sindaco Mirco Morini, il 30 di aprile ha annunciato una proposta di delibera su alcuni provvedimenti tributari, che ad oggi, dopo oltre un mese, risulta chiusa in un cassetto e dimenticata dall’assessore al bilancio Bulgarini».

«In questa fase di emergenza economica è indispensabile essere celeri nell’azione di governo, deliberando misure economiche organiche e strutturali per sostenere la ripartenza, come del resto stanno facendo tutte le amministrazioni comunali d’Italia» prosegue l’opposizione.

«Come gruppo di minoranza abbiamo protocollato ormai da settimane la nostra proposta di rilancio in cui prevediamo interventi per 830.000€, da attuare immediatamente a favore dei cittadini ed abbiamo chiesto al Sindaco di concedere alle attività commerciali tutti i metri quadri di suolo pubblico necessari per favorire la riapertura, ripensando il modo di vivere gli spazi pubblici e stimolando, con concessioni pluriennali, gli investimenti sulle strutture esterne, così da abbellire i nostri borghi. Bisogna cogliere questa occasione ed investire per rendere più attraenti i nostri centri storici, dando la possibilità ai cittadini di fruire gli spazi urbani ed incentivando le prospettive lavorative».

«Il bilancio consuntivo e la manovra economica, devono essere approvati urgentemente per rendere i provvedimenti operativi e sbloccare l’avanzo d’amministrazione di oltre 600mila euro – . Inoltre l’affermazione fatta nelle scorse settimane dal sindaco Sindaco Morini, in cui dichiarava che era volontà della sua amministrazione di proporre al Consiglio comunale la sospensione dell’applicazione dell’imposta di soggiorno, nell’ottica di rilancio del turismo, sta creando confusione fra le strutture ricettive. Chiediamo quindi all’assessore al bilancio Roberto Bulgarini: in questo momento e gli operatori devono riscuotere la tassa di soggiorno?»

«I nostri cittadini hanno bisogno di speranza e di misure concrete di sostegno per poter affrontare con più fiducia questa fase difficile, ma soprattutto hanno bisogno di una guida forte e autorevole che sia in grado di prendere provvedimenti celeri, gestendo con chiarezza e determinazione la ripartenza di Manciano».

Più informazioni su

Commenti