Coronavirus: ecco le regole per le spiagge libere. Distanze e comportamento

GROSSETO – Il Comune di Grosseto ha disposto le regole da adottare nelle spiagge libere, attraverso un disciplinare che sarà aggiornato in base alle norme nazionali e regionali, e verrà esposto negli arenili come previsto dall’ordinanza che sarà firmata a breve dal sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna.

La distanza minima tra gli oggetti (teli, lettini, sdraio, altre attrezzature, ecc.) non deve essere inferiore a metri 1,50.

La distanza minima tra gli oggetti (teli, lettini, sdraio, altre attrezzature, ecc.) ed i pali degli ombrelloni non deve essere inferiore a metri 1,50.

La distanza minima tra i pali degli ombrelloni non deve essere inferiore a 3 metri.

La distanza minima tra i confini degli stabilimenti balneari ed i pali degli ombrelloni non deve essere inferiore a 3 metri.

In caso di utilizzo di altri sistemi di ombreggio andranno comunque garantite misure ed aree di distanziamento equivalenti a quelle garantite dal posizionamento degli ombrelloni.

La distanza interpersonale non deve essere inferiore a 1 metro.

E’ vietata ogni forma di assembramento.

Deve essere evitato l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri.

Non usare le mani per toccarsi occhi, naso e bocca.

Lavaggio dei teli frequenti, almeno a 60° C.

Le regole relative al distanziamento sociale devono essere rispettate anche durante l’attività di balneazione senza mai derogare alle distanze consentite.

Non è ammesso l’accesso alle persone con temperatura corporea superiore a 37,5°.

Non è ammessa la presenza di persone dalle ore 21 alle ore 6, ad eccezione della pesca sportiva svolta in forma prettamente individuale.

Commenti