600 firme contro l’antenna Wind. Coppi «Proporremo alternative» e organizza un tavolo

CASTELL’ZZARA – «Siamo disponibili a spostare l’antenna in un altro luogo» afferma il sindaco di Castell’Azzara Maurizio Coppi che torna a parlare dell’”antenna della discordia”, l’antenna di telefonia Wind Tre che dovrebbe essere costruita in un terreno privato al Colle, nel comune amiatino.

Al momento, tra i cittadini, c’è un movimento “super partes” che ha portato ad una raccolta firme di 600 persone per cui è stata aperta anche una petizione tra gli abitanti del comune. «Ho proposto un tavolo di confronto a cui sederò io, ma anche la minoranza, e, tra gli altri, anche l’ex sindaco Fosco Fortunati» il tavolo è previsto per lunedì mattina alle 10, nella sala del consiglio comunale».

La società di telefonia avrebbe già fatto un contratto con il privato proprietario del terreno prescelto. Coppi ha inviato un invito a Wind per un incontro. In quell’occasione verranno proposti luoghi alternativi per posizionare l’antenna.

Commenti