Grosseto in serie C. Moscati: “promozione conquistata sul campo”

Più informazioni su

GROSSETO – L’ufficialità arriva nel tardo pomeriggio, durante l’ultimo allenamento: il Grosseto è ufficialmente in Serie C. Una notizia che i tifosi aspettavano ormai da settimane, arrivata in parte due giorni fa con la chiusura definitiva dei campionati di Serie D e confermata oggi dalla Lega nazionale dilettanti che ha di fatto stappato lo spumante della bottiglia biancorossa.

La squadra era stata convocata al Centro sportivo di Roselle per l’ultimo allenamento della stagione e per i saluti finali, prima di cominciare a lavorare per il prossimo anno. La notizia era nell’aria, chiaramente, ma l’ufficialità di una promozione ha sempre qualcosa di speciale. “Stavamo aspettando questa notizia – ha spiegato Mario Ceri, presidente dell’Us Grosseto – poter finalmente festeggiare questo campionato che abbiamo vinto a tutti gli effetti sul campo. Siamo contenti di aver riportato il Grosseto tra i professionisti, mettendo insieme due promozioni negli ultimi due anni”. Due successi di fila che sommati a quelli ottenuti dalla famiglia Ceri con la società del Roselle fanno sei vittorie di campionati in otto stagioni, più due Coppe Italia messe in bacheca. Numero stratosferici che fanno girare la testa dei tifosi grossetani, autorizzati adesso a sognare in grande.

“Promozione ampiamente meritata – dice il bomber Pippo Moscati, capocannoniere dei biancorossi – per il campionato in crescendo che abbiamo fatto. Una soddisfazione doppia, perché a settembre nessuno ci dava per vincenti. L’obiettivo era la salvezza ma noi siamo partiti con grande entusiasmo, del gruppo e della gente, e piano piano siamo arrivati in cima vincendo anche lo scontro diretto. Ora ci teniamo stretto questo primo posto e questa promozione”.

“È con grande, immenso orgoglio e con incredibile emozione – commentano anche il sindaco di Grosseto Antonfrancesco Vivarelli Colonna e l’assessore allo Sport Fabrizio Rossi – che accogliamo la notizia della promozione del Grosseto in Lega Pro. Dopo tanti anni il Grifone torna a volare, raggiungendo il tanto agognato traguardo della Lega Pro, riconquistando il posto che gli spetta: quello nel calcio che conta. Una notizia che stavamo aspettando una volta arrivata la sospensione dei campionati dilettanti: l’U.S. Grosseto 1912 è infatti la prima squadra classificata nel proprio girone di Serie D e oggi è arrivata la conferma della promozione nel professionismo. Questo è un momento di irrefrenabile gioia per tutta la città, ma soprattutto per il mondo degli sportivi e per i tifosi grossetani che hanno supportato il Grifone in tutti i modi possibili, seguendone con passione non solo tutte le partite in casa, ma anche tutte le trasferte sotto il sole cocente e sotto la pioggia battente. Come Amministrazione siamo particolarmente fieri di questo momento: per arrivare a questo traguardo abbiamo lavorato fianco a fianco con il club biancorosso, guidato dai super tifosi Mario e Simone Ceri. Siamo orgogliosi di aver collaborato con la società, fatta interamente di grossetani, che ha saputo dimostrare come il duro lavoro alla fine paga sempre. Un ringraziamento particolare va ai calciatori che hanno lottato, sofferto e dato il 100% per i colori biancorossi: senza la loro grinta tutto ciò non sarebbe stato possibile. Ora è arrivato il momento di festeggiare! Grazie di tutto ragazzi! Grazie Grifone!”.

Più informazioni su

Commenti