Quantcast

Edilizia: in città cantieri aperti fino a fine luglio. Il commissario firma l’ordinanza

FOLLONICA – Il commissario prefettizio Alessandro Tortorella ha firmato stamani un atto per agevolare il settore edile, attraverso il quale tali cantieri possono rimanere aperti fino all’ultima domenica di luglio, e non fino a fine giugno, come era di solito.

“Premetto che, a causa della emergenza epidemiologica da Covid 19, le attività edilizie sono state sospese ed hanno potuto riprendere l’attività a partire dal 4 maggio scorso – spiega il commissario -. In merito a questo, ogni anno per l’ente si è posta la necessità di eliminare eventuali inconvenienti derivanti dalla realizzazione di interventi edilizi con occupazione di suolo pubblico, perché ovviamente la realizzazione dei ponteggi va ad ostacolare la viabilità e il normale scorrimento del traffico cittadino durante il periodo estivo.

Quest’anno, data la situazione di criticità che stiamo vivendo, abbiamo cercando di far convivere la necessità di migliorare la fruibilità del traffico cittadino durante il periodo estivo, ma anche quella di far ripartire il lavoro edile e il tessuto economico follonichese.

A questo scopo, abbiamo slittato, di un mese, lo stop ai cantieri edili in città, dando modo di tenerli aperti fino a fine luglio, e non fino a fine giugno, come sempre. Stiamo anche valutando agevolazioni in merito al costo per l’occupazione del suolo pubblico del cantiere.

Ho ritenuto – conclude Tortorella -di dover effettuare questa manovra per agevolare la ripresa dei lavori e la ripresa delle ditte edili, fortemente penalizzate, come tante altre, per il Covid-19, senza mortificare la fruizione della città dai turisti, che Follonica è pronta ad accogliere nel miglior modo”.

L’ordinanza del 12 maggio formalizza, nel dettaglio, che, tra l’ultima domenica del mese di luglio e la seconda domenica del mese di settembre, non potranno essere effettuati lavori edili esterni ai fabbricati che comportino l’occupazione di suolo pubblicò con ponteggi e cantieri, né lavori di scavo (Enel, Telecom, Italgas, etc. ) nelle vie comprese nel perimetro sotto indicato:

confine del Comune di Scarlino, via delle Collacchie, via Lago Maggiore,Via Lago di Bracciano, via Palermo, via Bicocchi, via Roma fino all’intersezione con Piazza Don Ugo Salti, via Garibaldi, piazza Don Minzoni (FF.SS.), viale Matteotti fino all’intersezione con via Santini, via Litoranea fino all’intersezione con via Bartoli, via Bartoli, via Don Bigi, via Isola di Caprera, via Don Sebastiano Leoni, via Isole Eolie e Mar Tirreno.

Gli uffici competenti rilasceranno le autorizzazioni per l’occupazione di suolo pubblico a condizione che i lavori siano eseguiti nel periodo compreso tra il secondo lunedì del mese di settembre e l’ultima domenica del mese di luglio, individuando eventuali fasi e tempi di esecuzione dei lavori qualora per gli stessi si preveda una durata superiore ai 10 mesi.

Commenti