Il Comune divide le spiagge in tre: stabilimenti, spiagge attrezzate e free safe beach

ORBETELLO – «Abbiamo riprogettato le nostre spiagge dividendole in tre tipi per affrontare la prossima stagione turistica» affermano Ivan Poccia e Maddalena Ottali, consigliere e assessore del comune di Orbetello.

Poccia ha inviato una lettera a tutti gli stabilimenti balneari con l’intento di esprimere vicinanza in questo difficile momento e anche per condividere idee e progetti per affrontare la stagione nel migliore dei modi e garantire un adeguato livello occupazionale».

Parlando del progetto messo in campo da comune Poccia e Ottali affermano: «Ci saranno gli stabilimenti e le spiagge attrezzate a cui verrà garantito un adeguato ampliamento per ottemperare ai protocolli sanitari che verranno comunicati, poi ci saranno le free safe beach adiacenti alle concessioni e le spiagge normalmente libere».

Da questo confronto con gli operatori è nata l’idea appunto delle free safe beach che saranno delle spiagge libere e completamente gratuite a disposizione dei residenti e turisti nelle quali gli stabilimenti garantiranno il rispetto del distanziamento sociale il rispetto del protocollo sanitario il controllo degli accessi e la sorveglianza con personale ad hoc che sarà identificato su tutto il territorio con medesimo equipaggiamento ed idonea cartellonistica; infine sulla restante parte di spiagge libere l’amministrazione provvederà con propri fondi a garantire un’adeguata sorveglianza.

«L’idea rivoluzionaria e innovativa stabilisce una sinergia fra amministrazione e operatori turistici per affrontare al meglio la stagione dell’emergenza sanitaria. Il sindaco, Andrea Casamenti, entusiasta del progetto, è pronto a formulare un’ordinanza straordinaria per il 2020 in cui verranno disciplinate tutte le spiagge in maniera dettagliata e puntuale nel quale verranno puntualmente indicati gli ampliamenti, le free safe beach e le spiagge libere mettendo in gioco uno sforzo senza precedenti sia economico che normativo. Gli stabilimenti con grande senso di responsabilità si sono messi a disposizione e sono pronti ad investire in questo progetto che è ancora in work in progress e che potrebbe riservare altre piacevoli sorprese per l’utenza balneare».

Commenti