Quantcast

Coronavirus e sport, Fare Grosseto: «L’amministrazione sostenga le associazioni». Le proposte

Più informazioni su

GROSSETO – «Il cessate le attività è ormai scattato da due mesi, ma il rischio, come in tutte le cose che all’improvviso si fermano, è quello di una difficoltà oggettiva nella ripresa. Anche il mondo dello sport non è risultato immune all’emergenza Covid-19, con tutte le problematiche del caso che adesso si abbattono sulle associazioni sportive. Tante società del territorio rischiano di chiudere in maniera definitiva se non ci sarà un appoggio concreto che arriverà in loro soccorso. Tante squadre, un po’ in tutti gli sport praticati nel nostro territorio, sono già arrivate al bivio: proseguire con uno sforzo economico immane, o cessare l’attività».

Scrivono, in una nota, da Fare Grosseto.

«Basta fare un rapido giro tra le società del nostro territorio per capire che la situazione è gravissima. Senza ombra di dubbio occorre che l’amministrazione comunale sostenga lo sport e le associazioni del territorio. Servono coraggio, lungimiranza e misure apposite per consentire alle società, bloccate dall’emergenza e quasi sicuramente senza più sponsor nel momento della ripresa, di proseguire il percorso intrapreso. Non è questione di appoggio incondizionato alle associazioni sportive, ma di attenzione verso tutte quelle persone che praticano sport, soprattutto se queste sono bambini e ragazzi».

«Tra le misure da mettere in campo – continuano da – Fare Grosseto – figurano l’azzeramento degli affitti per i mesi di marzo, aprile e maggio, visto che l’attività è stata bloccata, il prolungamento di 2 anni per tutti gli impianti pubblici dati in gestione alle associazioni sportive, un contributo per le spese che le società dovranno sostenere dal mese di settembre per la sanificazione di impianti e strutture, la riduzione del 50% della tassa sui rifiuti, in considerazione del periodo di chiusura forzata».

«Misure che riteniamo essenziali in prima battuta – concludono da Fare Grosseto – per consentire che le associazioni sportive del nostro territorio abbiano la forza e la possibilità di riaprire i battenti. Riteniamo che la perdita di società che da anni fanno parte del nostro tessuto sportivo, sarebbe davvero di valore inestimabile».

Più informazioni su

Commenti