Fase 2, Forza Italia: «Accolte alcune nostre proposte. Ma servono chiarimenti sulla pesca»

GROSSETO – “Nell’ordinanza numero 50 vengono recepite alcune proposte recentemente avanzate da Forza Italia alla Regione Toscana per la fase 2 su nautica da diporto e pesca, e più precisamente: dal 4 maggio sarà possibile raggiungere le imbarcazioni di proprietà per attività di manutenzione e riparazione, con spostamento esclusivamente individuale, all’interno della regione e con obbligo di rientro in giornata presso l’abitazione principale. Via libera anche per l’alaggio delle imbarcazioni e lo spostamento dal cantiere all’ormeggio e viceversa”.

A scriverlo, in una nota congiunta, i deputati toscani di Forza Italia, Elisabetta Ripani e Stefano Mugnai, e del coordinatore provinciale di Forza Italia Grosseto, Sandro Marrini.

“Dopo Abruzzo, Emilia, Friuli, Veneto, Lazio, Liguria, Marche, Puglia, Sicilia e Sardegna – continuano -, su nostra sollecitazione si è così finalmente svegliata anche la Regione Toscana, che era rimasta in fondo alla classifica per l’autorizzazione di tali attività. Recepita anche la richiesta di uscire in barca per la pesca amatoriale e sportiva, con al massimo due persone a bordo e con rientro all’ormeggio in giornata. Servono, ad ogni modo, chiarimenti definitivi dalla Regione sulla pesca, su cosa sia concesso e cosa ancora negato ad oggi, ad esempio: lungo fiumi o foci di fiumi, dalla spiaggia, lungo moli e banchine?”.

“Da Forza Italia – concludono – opposizione costruttiva, poche chiacchiere, ma proposte sensate verso la ripresa di nautica da diporto e pesca, che ricordiamo essere settori che muovono (oltre allo svago) anche un indotto economico e non costituiscono fattore di rischio per la salute pubblica”.

 

Commenti