Pesce congelato scaduto: maxi sequestro da 1.440 chili

Più informazioni su

PIOMBINO – Nell’ambito di controlli sulla filiera della pesca effettuati dal personale della Guardia costiera di Piombino, sotto il coordinamento del Centro di controllo area pesca della Direzione marittima di Livorno, è stato effettuato, presso un importante centro di lavorazione e vendita all’ingrosso di pesce fresco e congelato, un sequestro cautelare di uno stock di 1.440 kg di prodotto ittico.

I militari, già sul posto per accertamenti relativi alla tracciabilità di una partita di tonno rosso che risultava sospetta, hanno accertato che numerose scatole di sgombro congelato riportavano in etichetta date di scadenza superate, in alcuni casi, anche da più di un anno.

Per questi motivi, oltre al sequestro del prodotto, viene comminata una sanzione amministrativa di 2mila euro per mancata attivazione delle procedure prescritte nel piano di controllo aziendale.

La puntuale attività di controllo svolta dalla Guardia costiera ha consentito così di evitare che una ingente quantità di pesce scaduto potesse raggiungere la vendita al dettaglio e le tavole degli ignari consumatori.

Più informazioni su

Commenti