Quantcast

Il Pd lancia un sondaggio sull’Amiata ai tempi del Coronavirus: «Vicini alle persone nei momenti difficili»

CASTEL DEL PIANO – “Cosa possiamo fare in questo momento? Stiamo attraversando una situazione completamente nuova, anche drammatica, che porta con sé una marea di problemi a cui vanno date soluzioni nuove. Crediamo che la politica debba indicare la direzione in cui andare, avviando un dibattito che però guardi sia all’emergenza di queste settimane che al futuro”.

A parlare Federico Badini, segretario dell’Unione comunale Pd di Castel del Piano.

“Domenica sera, la conferenza stampa di Giuseppe Conte non è stata efficace come le precedenti. Siamo in una situazione dove si deve tenere conto sia della necessità di non far ripartire il contagio, sia di dare fiato alle persone e all’economia – prosegue Badini -. Governare il Paese in questo momento è complesso è evidente, ma noi che ricopriamo incarichi pubblici e politici siamo chiamati proprio a questo: a governare la complessità.

Ci sono situazioni al limite della sopportazione l’epidemia rischia di alimentare una crisi sociale ed economica che potrebbe poi esplodere in contrasti ancora più accesi. C’è da fare un enorme lavoro sulla scuola, sulle famiglie, sugli affitti, sui disabili, sulla tenuta della salute psicologica di chi è solo. Abbiamo il dovere di farlo”.

Nelle scorse settimane il Pd di Castel del Piano si era già messo al lavoro. Ad inizio marzo aveva dato il via all’iniziativa #miprendocuradelmiovicino, per consegnare la spesa a casa di chi aveva bisogno. Successivamente sono arrivate proposte per l’amministrazione: istituire un conto corrente per farvi arrivare donazioni a sostegno dei più bisognosi, la creazione di un bando per il sostegno all’affitto grazie ai fondi della Regione Toscana. Ci siamo spesi per evitare la chiusura dell’ufficio postale di Montenero d’Orcia.

Ora abbiamo lanciato un sondaggio online (completamente anonimo) dove chiunque potrà rispondere ad alcune domande su come sta vivendo questo periodo dal punto di vista lavorativo, familiare e nel rapporto con le istituzioni. Un modo per ascoltare e per capire meglio le situazioni particolari dei nostri giorni. In fondo al sondaggio c’è anche la possibilità di lasciare commenti ed idee.

Non basta dare la colpa alla burocrazia, serve un cambiamento radicale sia per questo momento particolare che per il futuro. Stiamo lavorando, con gli altri circoli dell’Amiata Grossetana, per scrivere la nostra idea di futuro.

Già ci sono alcune idee – conclude Badini –, come quelle lanciate dal capogruppo Pd in Regione Toscana Leonardo Marras o come quelle emerse nel dibattito nazionale sul ritorno alle campagne e ai piccoli borghi. Ragioniamo sull’immediato e sul futuro del nostro territorio, noi ci mettiamo la faccia”.

LINK DEL SONDAGGIO https://forms.gle/qRJcjaaDUyMxyYH86.

 

Commenti