Coronavirus: stop a tasse e parcheggi a pagamento e contributi per i cittadini. Le proposte dell’opposizione

MASSA MARITTIMA – I capigruppo dei gruppi di opposizione del Consiglio comunale di Massa Marittima Fiorenzo Borelli (Massa Comune), Daniele Brogi (Lega) e Alessandro Giuliani (Repubblicani) hanno inviato una lettera al sindaco Marcello Giuntini riguardo la definizione di un pacchetto di misure di emergenza da applicare al fine di contrastare le ripercussioni economiche sul tessuto produttivo e sociale della città.

Di seguito il testo.

Al sindaco di Massa Marittima

La seria e grave situazione economica massetana conseguente all’epidemia da Coronavirus in corso, e che persisterà nei suoi effetti per molto tempo, pone l’estrema necessità che l’Amministrazione comunale assuma urgenti iniziative a sostegno delle famiglie e del settore del commercio.

Ciò anche rivedendo le decisioni assunte dal Consiglio comunale del 15 aprile scorso.

Si chiedono le seguenti decisioni da attuare in tempi brevissimi:

rinvio al 30 novembre 2020 del pagamento di tutte le rate dell’imposta Imu;

sospensione (non pagamento) delle tasse Tasi/Tari -imposte sui servizi e sui rifiuti – per tutto l’anno 2020;

ove non abbia autonomia di decisione rispetto ad altri organi istituzionali, il Comune interviene istituendo un contributo straordinario compensativo per tutti i contribuenti;

in subordine, rinvio al 2021 del pagamento delle tasse 2020 spalmando l’importo complessivo nelle previste 4 rate e differenziando il trattamento tra gli esercizi che nei mesi di marzo e di aprile 2020 sono stati obbligatoriamente chiusi da quelli che hanno potuto aprire;

sospensione (non pagamento) della Cosap  -imposta sul suolo pubblico – per tutto l’anno 2020;

per il periodo da giugno a settembre 2020 esenzione dal pagamento del parcheggio nel capoluogo, in ogni area di sosta ed in qualunque orario, per tutti gli esercenti (un posto per esercizio o partita iva);

sospensione dell’imposta di soggiorno per tutto l’anno 2020.

 

Commenti